Interni

Trieste, porto sgomberato, esplode la polemica politica

Procede lo sgombero del porto di Trieste. La polizia è riuscita a far allontanare i manifestanti anti green pass dal varco 4 del molo 7, occupato da diversi giorni. Alcune decine di portuali, coordinati ancora da Stefano Puzzer, hanno tentato di resistere in maniera non violenta, sedendosi per terra. Ma le lacrime dello stesso Puzzer non sono riuscite ad evitare che lui stesso venisse portato via con la forza dagli agenti. Ora i manifestanti, dopo che alcuni di essi sono stati fermati, si starebbero dirigendo verso il centro di Trieste. Matteo Salvini e Giorgia Meloni puntano il dito contro il governo e il ministro Luciana Lamorgese.

Trieste, Stefano Puzzer portato via con la forza

C’è un’immagine sfocata che sta facendo il giro del web, ma che è emblematica di quanto stia accadendo a Trieste. Si vede Stefano Puzzer che, seduto a terra con la sua tutta da portuale, viene preso con la forza per braccia e gambe da alcuni agenti di polizia per spostarlo. Puzzer però non sarebbe tra le persone poste in stato di fermo, secondo quanto riferito da Skytg24.

Alla fine, comunque, le forze dell’ordine, con l’uso di idranti, lacrimogeni e manganelli, sono comunque riuscite a sgombrare il porto di Trieste. I manifestanti anti green pass sono stati spinti sempre più lontano. Qualcuno ha anche denunciato manganellate contro gruppi in cui erano presenti donne e bambini. Poi, i vocianti contestatori hanno cominciato a partire in corteo verso il centro di Trieste.

A commentare quanto sta accadendo nella città giuliana sono, tra i primi, i leader di Lega e Fratelli d’Italia. “Settimana scorsa si permette a un manipolo di neofascisti di mettere a soqquadro Roma. Oggi si usano gli idranti contro i pacifici lavoratori e cittadini a Trieste. Ma al Viminale come ragionano?”, attacca Matteo Salvini. “Idranti contro i lavoratori che scioperano al porto di Trieste. – rincara la dose Giorgia Meloni – Lo stesso governo che nulla ha fatto per fermare un rave illegale di migliaia di sbandati, nulla ha fatto per impedire l’assalto alla sede della Cgil. Nulla fa per fermare l’immigrazione illegale e combattere le zone franche dello spaccio e della criminalità. Che nulla fa contro le occupazioni abusive di case e palazzi privati. Tira fuori dai depositi gli idranti per usarli contro dei lavoratori che scioperano pacificamente per non essere discriminati sul posto di lavoro”.

Potrebbe interessarti anche: Trieste, sgombero porto, Fusaro: “Sindacati abbracciati al padrone Draghi”