People

La nipote di Bin Laden sostiene Trump: “Solo lui può evitare un nuovo 11 settembre”

In questa controversa epoca che stiamo vivendo, succede anche che la nipote del terrorista Osama Bin Laden, mandante della strage delle Torri Gemelle, si esponga per appoggiare un candidato alla presidenza degli Stati Uniti, nella fattispecie Donald Trump. Si tratta di Noor bin Laden, fiera sostenitrice della rielezione di Trump. Si è addirittura fatta immortalare con indosso tuta e cappello con lo slogan “Make America Great Again” ben in vista e si è anche spesa pubblicamente per lui in un’intervista rilasciata a un tabloid americano e ripresa da Open – in cui dichiara, addirittura: “Soltanto con Trump potremo evitare un nuovo 11 settembre”.

Un’affermazione che ha suscitato scalpore visto il cognome della donna. Noor bin Laden, però, “ha molto poco a che vedere con lo zio. Figlia di Carmen Dufour, una scrittrice elvetica, e Yeslam bin Ladin, fratellastro di Osama, la donna è cresciuta in Svizzera (con una bandiera degli Stati Uniti in camera da letto), dove si è laureata in economia aziendale all’Università di Ginevra. Dice di aver lavorato in varie startup prima di essersi decisa a scrivere un libro in cui analizza i primi 20 anni del 21esimo secolo e per il quale l’intervista al New York Post presenta un’ottima occasione di auto-promozione”.

“Sono stata una sostenitrice del presidente Trump da quando ha annunciato che sarebbe stato in carica nei primi giorni del 2015. Ho guardato da lontano e ammiro la determinazione di quest’uomo”, dichiara la donna. “Deve essere rieletto… È vitale per il futuro non solo dell’America, ma della civiltà occidentale nel suo insieme”. Perché? “L’Isis ha proliferato sotto l’amministrazione Obama/Biden, portando i suoi membri a venire in Europa. Trump ha dimostrato di proteggere l’America – e noi per estensione – da minacce esterne, cancellando i terroristi sul nascere e prima che abbiano la possibilità di colpire”.

“L’Islam radicale si è completamente infiltrato nella nostra società”, continua Noor bin Laden, che accusa i democratici di essersi “allineati del tutto con coloro che condividono quest’ideologia”. Un’accusa che non sorprende più di tanto, visto che lei stessa afferma di essere una consumatrice appassionata di media conservatori, oltre che fautrice delle loro cause. L’illustre sostenitrice di Trump su Twitter, intanto, rilancia clip di no-vax e post contro Bill Gates e George Soros.

 

Ti potrebbe interessare anche: Renzi: “Salvini piccolo uomo”. L’attacco del leader di Italia Viva a quello della Lega