Tecnologia

Tutto quello che vedremo al Ces 2018: Las Vegas apre le porte alla tecnologia

Dal 9 al 12 Gennaio Las Vegas parla solo di tech. Il Ces è l’occasione per i brand di presentare prototipi e nuovi prodotti, dall’automotive all’AI, dalla Smart Home alla connessione 5G

Il Ces, Consumer Electronic Show, apre il 2018 con tante importanti innovazioni tecnologiche, per la gioia di nerd e player del digital. Tutto è connesso e smart, gli assistenti digitali diventano sempre più intelligenti e indispensabili nella vita di tutti i giorni. Ecco cosa riserva ai Consumer lo Show di quest’anno.

Smart Home

“Hey, Alexa” e “Hey, Google” saranno i motti del 2018. Gli assistenti digitali di Amazon e di Big G non saranno più relegati ai rispettivi speaker ma saranno disponibili su un numero crescente di prodotti, per una vita sempre più connessa. Al Ces 2018 sentiremo la voce di Alexa praticamente ovunque, dai frigoriferi ai forni microonde e non mancherà anche quella si Google Assitant. Nel settore smart home, a parte questa lotta tra titani, occhi puntati su altre piccole, grandi idee: dai lucchetti intelligenti per la casa, che permettono di gestire con un’app l’apertura della serratura, ai campanelli wi-fi con videocamera che trasmettono immagini in Full HD di chi suona alla nostra porta.

Tv

Non c’è modo migliore, per mettersi in evidenza al Ces, di presentare una nuova tv. Possibilmente gigante, con un’altissima risoluzione. Gli schermi 4K che in molti ormai hanno in casa sono passati tutti da Las Vegas. Ma ora già si pensa all’8K, vale a dire una densità di pixel (7680 x 4320) quattro volte superiore al 4K e 16 volte più alta del Full HD.


Lg ha scoperto le carte in anticipo, svelando la tv monstre che metterà in vetrina al Ces: la prima OLED da 88 pollici con risoluzione 8K. Finora le tv OLED più grandi raggiungevano al massimo i 77 pollici. Anche Sharp ha fatto sapere che presenterà un prodotto con risoluzione 8K. E Samsung e Sony, che in passato hanno mostrato prototipi di tv 8K, non staranno a guardare. Di certo assisteremo all’ennesimo scontro tra OLED e QLED, le tecnologie che puntano a dominare il mercato dei display a colori.

Un protagonista che non è passato inosservato è “The Wall” lo schermo Samsung 4K da 146 pollici, intelligente e modulabile nelle dimensioni.

Auto autonome

L’innovazione nell’automotive passa dalle self-driving cars, indispensabilmente smart. Nonostante i consumatori continuino a essere scettici nei confronti delle auto autonome, i grandi marchi si muovono sempre più in questa direzione. Al Ces 2018 debutterà sicuramente un veicolo elettrico e autonomo di una nuova azienda cinese, Byton, che ha centri di ricerca e sviluppo a Santa Clara, in California, e che vorrebbe dare filo da torcere a Tesla.

L’auto del futuro non sarà solo un mezzo di trasporto ma anche un centro di intrattenimento, per sfruttare al meglio il tempo che una volta era necessariamente impiegato alla guida.

Renault è stata tra le prime a muoversi in questo senso, stringendo una partnership con Ubisoft per portare a bordo della sua concept car autonoma, la Symbioz, la realtà virtuale: si lascia il volante, si indossa il casco e si viaggia letteralmente verso altri mondi, a una velocità che tocca i 120/130 km/h in autostrada, mentre l’auto effettua sorpassi al posto nostro.

VR e Realtà aumentata

Nel 2017 i prezzo dei visori per la realtà virtuale dei tre brand che dominano il mercato – HTC Vive, Oculus Rift e Playstation VR – sono calati sensibilmente, con l’Oculus Rift che negli Usa è passato dai 798$ di listino a 399$. Anche i pc compatibili con questa tecnologia sono più economici. Tuttavia il costo complessivo per accedere a una realtà virtuale degna di questo nome è ancora troppo elevato. E per questo si parla ancora di un mercato di nicchia, fatta eccezione per i buoni risultati ottenuti dal visore Playstation, di cui sono state venduti circa due milioni di pezzi nell’ultimo trimestre del 2017. Il trend insomma si è sgonfiato e gli esibitori presenti al Ces 2018, salvo sorprese legate alla piattaforma Daydream di Google, si concentreranno probabilmente su una tecnologia al momento più accessibile, quella realtà aumentata che ha fatto la fortuna della Niantic con Pokémon Go.

Startup

Ces è sinonimo di innovazione e dunque le startup non mancano mai, circa mille anche quest’anno ospitate dal padiglione Eureka. Per la prima volta arriverà a Las Vegas un’ampia delegazione italiana, composta da 44 aziende. Un piccolo ‘villaggio’ made in Italy sponsorizzato dal Ministero per lo sviluppo economico e dall’Istituto per il Commercio Estero, oltre a Unicredit StartLab, Italia Startup e-Novia e Industrio.

5G

L’universo connesso che vedremo al Ces ha bisogno di una rete dati sempre più veloce e affidabile, in grado di permettere operazioni complicate – pensate alle auto connesse – in totale sicurezza. Ecco perché il Ces 2018 spalancherà definitivamente le porte al 5G, con i vertici di Verizon (Hans Vestberg, ex Ceo di Ericsson), Qualcomm (Cristiano R. Amon, nuovo presidente di Qualcomm Incoroporated) e Baidu (Qi Lu, vice presidente) impegnati il prossimo 10 gennaio in una importante conferenza sulle reti del futuro. C’è interesse per il loro keynote, soprattutto dopo che AT&T – uno dei principali operatori di telefonia mobile statunitense – ha annunciato di voler provare a mettere a disposizione dei suoi clienti, già alla fine di quest’anno, il 5G.
5g


Leggi anche: HEROES COINNOVATION FESTIVAL: l’innovazione nell’era della rivoluzione tecnologica