People

“Il vaccino ci rende Ogm!”. E gli scienziati smontano l’ultima bufala: così

Intorno al vaccino contro il Covid è nata un’altra bufala, l’ennesima: adesso spopola la “notizia” che ci renda Ogm. E quindi gli scienziati sono dovuti correre ai ripari per uccidere la gigantesca fake news. Repubblica, in un pezzo a firma di Elena Dusi, ha infatti cercato di raccogliere tutte le opinioni degli studiosi per evitare che quest’ennesima balla scoraggi ancora di più gli italiani a vaccinarsi. Tre italiani su quattro, infatti, preferirebbero aspettare. Ma i genetisti rassicurano: “L’Rna dei vaccini non entra in contatto con il Dna e si autodistrugge, come in Mission impossible“.

In Italia solo il 24% delle persone è disposto a vaccinarsi subito contro il Covid. Siamo nella media mondiale: in fondo c’è la Francia con il 12%. Gli altri italiani preferirebbero aspettare qualche mese, ma il totale, secondo l’indagine internazionale Ipsos pubblicata a novembre, non supera comunque il 65%. Raggiungere l’immunità di gregge (70-80%) con un’alta percentuale di scettici e con l’esclusione dei bambini diventa quindi sempre più difficile. Per questo il governo sta preparando una grande campagna di comunicazione per invitare la popolazione a vaccinarsi.

“Dire che un vaccino a mRNA può modificare il nostro DNA è come dire che un dado da brodo contenuto nel frigo può trasformarsi in mucca, uscire e sporcarci la cucina”. A scriverlo su Facebook è il virologo Roberto Burioni, docente all’università Vita-Salute San Raffaele di Milano, e sulla sua stessa linea tanti altri colleghi. Vaccinandosi, una modifica della nostra struttura genetica risulterà impossibile: “Perché il vaccino Pfizer non ci renderà Ogm? Perché l’mRna non entra nel nucleo delle nostre cellule, non si inserisce e non modifica il nostro Dna, e si degrada rapidamente, senza lasciare traccia di sé”, rassicurano gli scienziati.

Intanto in tutto il mondo si moltiplicano le iniziative. I primi a dare un segnale forte sono stati gli ex presidenti degli Stati Uniti, Clinton, Bush e Obama che in modo congiunto hanno comunicato che si vaccineranno insieme e in diretta nazionale, per dare un messaggio forte alla nazione. Allo stesso modo, anche in Gran Bretagna, Sua Maestà in persona, la regina Elisabetta, ha fatto sapere ai sudditi che lei e il principe consorte il vaccino lo faranno. Speriamo che anche in Italia tutti seguano il buon esempio. E nessuno diventerà mutante, possiamo starne certi.

Ti potrebbe interessare anche: “Ma è il papa!”. Francesco sorprende tutti: in Piazza di Spagna, all’alba, sotto alla pioggia