Esteri

Vittorio Feltri difende Biden: “Putin un macellaio? Ha ragione”

Joe Biden non ci pensa proprio a scusarsi con Vladimir Putin per averlo definito un “macellaio” che dovrebbe essere cacciato dal Cremlino. Nonostante le molte critiche piovutegli addosso dopo il discorso pronunciato a Varsavia, in Polonia, il presidente Usa, invece di fare un passo indietro, decide di farne uno in avanti. Stavolta dalla sua parte si schiera, forse un po’ a sorpresa, il giornalista Vittorio Feltri che gli dà ragione confermando che Putin sia effettivamente un “macellaio”.

Vittorio Feltri

“Non mi scuso, non mi interessa cosa pensa. – Joe Biden non arretra di un millimetro dalle sue accuse a Putin – Visto il suo recente comportamento, la gente dovrebbe capire che lui continuerà a fare ciò che pensa sia necessario, punto. Non è condizionato da nessuno dei suoi consiglieri. Segue solo il suo ritmo e l’idea che possa fare qualcosa di terribile perché io l’ho definito per quello che è. Non credo sia razionale”.

“Ho ascoltato il discorso di Biden che è stato molto criticato. Ma in realtà il presidente americano ha descritto quello che è, cioè ha detto la verità. – va subito al punto Vittorio Feltri ospite de L’aria che tira – Perché se diamo solo un’occhiata al filmato di prima (sui bombardamenti in Ucraina ndr), si capisce che il macellaio è esattamente Putin. È inutile che facciamo la guerra alle parole che descrivono in questo caso la realtà. Quindi non me la sento di criticare Biden anche se non mi è simpatico, ma questo non significa niente”.

“Questa è una polemica del tutto opportunistica che è finalizzata a calmare Putin. – spiega ancora Vittorio Feltri – Quando invece mi sembra che quest’uomo non si faccia calmare neanche dai sonniferi. Uno che vuole discutere non ne ammazza ogni giorno una quantità sterminata. Credo che dovrebbe dimostrare un po’ di buona volontà. Normalmente quando si tratta si sospendono i bombardamenti. Insomma, ci dovrebbe essere il cessate il fuoco. Poi si discute. Ma se si discute mentre i cannoni continuano a sparare mi sembra improbabile che la discussione possa sfociare in qualche decisione positiva”, conclude.

Potrebbe interessarti anche: Biden conferma le accuse a Putin: “Un dittatore, non mi scuso”

Torna su