youtube-aggiornamento

YouTube, l’aggiornamento introduce l’opzione “Take a Break”: tutte le novità

Nuovo aggiornamento anche per YouTube e, in particolare, per l’applicazione destinata a smartphone, tablet e dispositivi in genere. Ad annunciarlo è stato lo stesso Google durante l’I/O 2018, conferenza tenutasi qualche giorno fa e dedicata alla presentazione delle novità in via di sviluppo. In particolare, una delle funzioni più interessanti tra quelle in arrivo su YouTube è stata chiamata “Take a Break”. Proprio come indica il nome, gli utenti potranno decidere di far sì che l’app avvisi quando si sta trascorrendo troppo tempo davanti ai video. Ma vediamo nel dettaglio le novità in arrivo…

YouTube: “Take a Break” per un intrattenimento più consapevole

Tanti gli aggiornamenti e le novità annunciate da Google durante la recente conferenza per i developer. Se abbiamo già parlato di Google Assistant e delle sue nuove capacità di interazione nonché di Gmail e dei progetti per lo sviluppo dell’IoT, anche per la piattaforma YouTube sembrano essere in arrivo interessanti feature destinate a rendere più consapevole l’utilizzo da parte dei suoi utenti.

Google, infatti, sembra voler rendere YouTube il primo servizio di streaming video che avvisa i suoi utilizzatori quando è ora di passare ad altre attività. La funzionalità di cui stiamo parlando prende il nome di “Take a Break” e, come dice il nome, permette di impostare il periodo di tempo dopo il quale avvisare l’utente di mettere in pausa la visione.

youtube-aggiornamentoGià disponibile nell’ultima versione dell’applicazione per smartphone, tablet e dispositivi mobili, questa nuova feature – posizionata nel menu Impostazioni – permette a tutti i fruitori di video Youtube di ricevere un promemoria ogni 15, 30, 60, 90 o 180 minuti di visione. La notifica – che di default è disattivata – potrà essere ignorata per riprendere la visione del video.

Insieme a questa feature verrà presto introdotto anche il “Time watched profile”, menu che mostrerà il tempo medio di utilizzo giornaliero o settimanale di YouTube. Google, insomma, sembra sempre più convinto di dover dare ai propri utenti anche strumenti utili ad una gestione più consapevole e informata del proprio tempo, soprattutto quello trascorso online.

YouTube: arrivano anche in Italia le classifiche musicali

Novità a parte, YouTube è oramai da anni una piattaforma fondamentale per musicisti, cantanti e artisti del campo della musica. La piattaforma di Big G, infatti, è considerata dagli artisti quasi al pari delle classifiche di vendita, in quanto mostra con esattezza (o quasi) l’apprezzamento di ogni singola canzone o performance.

youtube-aggiornamentoSu questo fil rouge, YouTube ha lanciato in 44 Paesi YouTube Charts (https://charts.youtube.com/). In modo analogo a quanto succedeva anni fa sulle riviste specializzate o sui quotidiani, YouTube mostra ora le classifiche musicali per ogni Paese. In particolare, gli utenti avranno modo di scoprire le sezioni:

  • “Di Tendenza” – Aggiornata più volte al giorno, questa sezione mostra in tempo reale (o quasi) quali sono i brani maggiormente ascoltati e apprezzati dagli utenti YouTube;
  • “Brani più ascoltati” – La classifica raccoglie tutti i brani più ascoltati nel corso della settimana precedente;
  • “Video musicali più visti” ovvero i videoclip più apprezzati della settimana antecedente;
  • “Artisti più popolari” – Anche in questo caso, la classifica seleziona i 10 artisti più ascoltati nel corso della settimana precedente.

Precisiamo che le ultime tre categorie vengono aggiornate settimanalmente, ogni domenica alle 21 (secondo il fuso orario italiano).

Leggi anche: “Internet of Things: Google lancia Android Things, sistema operativo per i developer dell’IoT”

CONDIVIDI
Sabina Schiavon
Visionaria per vocazione, blogger in erba per passione, freelance per professione. Milanese per nascita e vercellese d’adozione, si occupa di startup, imprese, Industria 4.0 e di tutti i temi legati all’innovazione. Ama la birra belga e il whisky scozzese, gustati accanto a un gatto che fa le fusa.