Social Media

YouTube: annuncia cambiamenti radicali nella gestione delle ultime notizie

YouTube ha annunciato nuove misure per arginare la diffusione di notizie false sulla sua piattaforma, incluso l’inserimento di contesto da fonti affidabili in risultati di ricerca su argomenti caldi. In particolare sta facendo di più per combattere la diffusione della disinformazione durante i principali eventi di cronaca. Il colosso dei video  sta prendendo provvedimenti per migliorare la qualità dei video che appaiono nei risultati di ricerca per gli eventi di cronaca e storici. La celebre piattaforma web di visualizzazione e condivisione di video, infatti, si è alleata con Wikipedia per l’introduzione di un nuovo tool che mostrerà informazioni accurate accanto ai filmati ritenuti “sospetti”. Il CEO di YouTube, Susan Wojcicki, ha illustrato in anteprima durante una conferenza al South by Southwest Interactive (SXSW), un festival di arti e tecnologia di Austin nel Texas, cosa cambierà sulla piattaforma dopo aver siglato un accordo con la celebre enciclopedia libera online.

Fra gli esempi mostrati, sono stati inclusi dei video che riguardavano strane teorie sulle scie chimiche, sullo sbarco sulla Luna e della presenza degli Illuminati. Un’attenzione particolare, infine, per un filmato che mostrava una fake news legata alla sparatoria avvenuta alla Marjory Stoneman Douglas High School di Parkland, in Florida: il video da 200mila visualizzazioni spiegava che lo studente sopravvissuto alla tragedia, David Hogg, era in realtà un attore. “Il nostro obiettivo è quello di creare una lista di cospirazioni o notizie false nate su internet e maggiormente diffuse soprattutto sulla nostra piattaforma”, ha dichiarato la Wojcicki dal palco della SXSW.

youtube-cambiamenti-notizie-false

Leggi anche: Come YouTube rimuove i video segnalati: 8 milioni in 3 mesi

YouTube una fonte di informazioni più affidabile

In passato, YouTube è stato ampiamente criticato per aver consentito ai video di cospirazione di superare i video di agenzie di stampa legittime. YouTube è stata accusata di proliferazione di teorie cospirative su argomenti storici come lo sbarco sulla luna e notizie come le elezioni presidenziali del 2016 e Sandy Hook e Parkland, sparatorie in Florida, con i suoi algoritmi di ricerca e raccomandazione citati in particolare per spingere i video problematici a più spettatori. A marzo, il CEO di YouTube, Susan Wojcicki, ha promesso nuove funzionalità per rendere YouTube una fonte di informazioni più affidabile durante un panel South by Southwest, affermando che “questo è stato un anno di notizie false e disinformazione e abbiamo visto l’importanza di fornire informazioni ai nostri utenti con precisione. “

Oltre a cambiare il modo in cui i risultati della ricerca sono organizzati, la società dice che inizierà a fornire informazioni da terze parti come Wikipedia e Encyclopedia britannica per video su un piccolo numero di eventi storici che sono stati oggetto di campagne di disinformazione. In sostanza se un video diffonde teorie cospirazioniste o notizie non verificate gli verrà associata una pagina Wikipedia sull’argomento trattato in modo che l’utente possa approfondirlo e farsi un’opinione più consapevole. 

Leggi anche: YouTube Kids: reclamo presentato per la protezione dei minori

“Quando ci sono video incentrati su cospirazioni – e stiamo usando una lista di teorie della cospirazione ben note, presa da Wikipedia – allora mostreremo un’unità informativa di Wikipedia che indica che qui ci sono informazioni su quell’evento”, ha spiegato il CEO di YouTube alle testate presenti all’evento. L’obiettivo è quello di sconfiggere la disinformazione proponendo fonti credibili e autorevoli. La Wojcicki ha inoltre assicurato che verrà intensificata l’identificazione delle bufale presenti su YouTube e che oltre a Wikipedia verranno proposte anche altre fonti di informazione. La missione, ha spiegato YouTube, è quella di dare agli utenti informazioni aggiuntive per aiutarli a capire al meglio le fonti che scelgono per informarsi.

youtube-cambiamenti-notizie-false

Leggi anche: Fake News: come si diffondono le notizie false così facilmente e perché

Come fa YouTube a determinare se una fonte è autorevole?

Questi cambiamenti radicali influenzeranno ampiamente il posizionamento dei video su YouTube, e sono solo l’ultima estensione dell’iniziativa Google News avviata a marzo nel tentativo di sostenere il giornalismo e combattere le notizie false. “YouTube ha la responsabilità di rendere le fonti autorevoli prontamente disponibili, fornire un contesto per aiutare le persone a prendere le proprie decisioni e supportare il giornalismo con una tecnologia che consenta alle notizie di prosperare”, ha detto il chief product officer di YouTube Neal Mohan in una dichiarazione.

Il cambiamento più ovvio apportato a YouTube è l’aggiunta di uno scaffale a scorrimento “Top News” e “Breaking News” che inizierà ad apparire sopra tutti i risultati di ricerca. La società ha testato queste funzionalità negli ultimi mesi e ora verrà distribuita a tutti gli utenti. I nuovi scaffali privilegeranno i video di fonti di notizie autorevoli.  Quindi, come fa YouTube a determinare se una fonte è autorevole? Osservando cose come il numero di citazioni su Internet e la credibilità storica di una pubblicazione – non solo la popolarità di un video. YouTube afferma che Google PageRank , l’algoritmo che alimenta il motore di ricerca di Google, svolgerà un ruolo importante nel determinare se una fonte è considerata autorevole.

Il pensiero dietro questi cambiamenti evidenti è che YouTube vuole rendere molto più facile per i suoi utenti trovare buone informazioni mentre le notizie si infrangono. L’altro cambiamento evidente apparirà quando qualcuno cerca un evento storico importante. Ora, quando cerchi qualcosa come l’atterraggio sulla Luna, YouTube includerà un po’ di informazioni contestuali sull’evento. Si baserà inoltre su fonti che la società ritiene essere “autorevole”, piuttosto che con il video più popolare o di click   bait-y.

Leggi anche: Fake news e hate Speech, due questioni più che mai attuali