Esteri

Ucraina, Zelensky gela Kissinger: “No a cessione territori in cambio della pace”

Volodymyr Zelensky sbatte i pugni sul tavolo per dire no a qualsiasi cessione di territorio dell’Ucraina alla Russia in cambio della pace. Il presidente ucraino risponde a distanza alla proposta avanzata durante il World economic forum di Davos dall’ex segretario di Stato americano Henry Kissinger. Secondo Zelensky, Kissinger “emerge dal profondo passato e il suo calendario non è il 2022, ma il 1938”. Critica poi ribadita dal ministro degli Esteri di Kiev, Dmytro Kuleba.

Zelensky respinge la proposta di Kissinger

Nel suo messaggio Zelensky critica l’ex segretario di Stato americano Henry Kissinger che, ospite del forum di Davos, ha avanzato la proposta che l’Ucraina possa decidere di cedere alcuni territori alla Russia per ottenere la pace. “Kissinger emerge dal profondo passato e il suo calendario non è il 2022, ma il 1938. Pensi di parlare a un pubblico non a Davos, ma a Monaco di Baviera”, attacca il numero 1 di Kiev.

“Dietro a tutte queste speculazioni geopolitiche di coloro che consigliano all’Ucraina di cedere qualcosa alla Russia, i ‘grandi geopolitici’ sono sempre restii a vedere la gente comune. – prosegue ancora il presidente ucraino – Qualunque cosa faccia lo Stato russo, c’è qualcuno che dice: teniamo conto dei suoi interessi. Nonostante migliaia di missili russi abbiano colpito l’Ucraina. Nonostante le decine di migliaia di ucraini uccisi”, accusa Zelensky.

 Volodymyr Zelensky giura infine che l’Ucraina combatterà “fino a quando non riconquisterà tutti i suoi territori. Tutti coloro che difendono lo Stato stanno resistendo all’offensiva estremamente feroce delle truppe russe nell’est”. Critica a Kissinger poi ripresa anche dal ministro degli Esteri di Kiev Dmytro Kuleba: “Rispetto Henry Kissinger, ma apprezzo il fatto che non ricopra alcuna posizione ufficiale nell’Amministrazione statunitense. Ha la sua opinione, ma non siamo assolutamente d’accordo con essa”. Insomma, almeno stando alle dichiarazioni ufficiali, almeno per il momento il governo ucraino non ci pensa proprio a cedere terreno a Putin. Anche se la situazione sul campo di battaglia del Donbass si è fatta drammatica.

Potrebbe interessarti anche: Herny Kissinger a Davos: “Ucraina dovrebbe rinunciare a qualche territorio”

Torna su