People

Zingaretti: “Sono positivo al coronavirus”. Governo in quarantena? Tutti lo hanno incontrato

Il governatore del Lazio, e segretario del Pd, Nicola Zingaretti è positivo al test del coronavirus. “I medici mi hanno detto che sono positivo al Covid-19. Sto bene ma dovrò rimanere a casa per i prossimi giorni. Da qui continuerò a seguire il lavoro che c’è da fare. Coraggio a tutti e a presto!”, ha detto il segretario del Pd in un video pubblicato su Facebook. “Ovviamente mi attengo e sarò seguito secondo tutti i protocolli previsti per tutti in questo momento”, ha spiegato il leader dem. “Sto bene e quindi è stato scelto l’isolamento domiciliare. Anche la mia famiglia sta seguendo i protocolli”.

Ha poi aggiunto Zingaretti: “La Asl sta contattando le persone che mi sono state in questi giorni più vicine per le verifiche del caso. Ho informato il vicepresidente della Giunta regionale, così come il vicesegretario del Pd Orlando”, ha aggiunto Zingaretti. “Ho sempre detto niente panico, combattiamo e quanto mai in questo momento darò il buon esempio seguendo le indicazioni dei medici e combatto come è giusto fare in questo momento per il Paese”. A questo punto è lecito chiedersi: non deve andare in quarantena tutto il governo? Già, perché è facilmente ipotizzabile che tutti abbiano incontrato Zingaretti in questi giorni.

Il primo a commentare la notizia è Matteo Renzi che scrive sui social: “Forza Nicola, tutti con te! E con tutti coloro che stanno combattendo contro il CoronaVirus. E grazie ai medici, infermieri, farmacisti, ricercatori. Tutti insieme, tutti!”, scrive il leader di Italia Viva su Facebook. Anche Giorgia Meloni fa gli auguri al segretario del Pd: “In bocca al lupo a Nicola Zingaretti!”. E Paolo Gentiloni scrive su Twitter: “Forza Nicola Zingaretti! Più che mai decisi e uniti nel contrasto al Covid 19”.

“Non ho alcun sintomo ma ovviamente farò dei controlli”, dice Andrea Orlando. Intanto, a scopo precauzionale lo staff del segretario Pd e gli esponenti del partito che sono stati a contatto con il leader in questi giorni, si stanno sottoponendo ai controlli del caso, a partire dai tamponi specifici. Si starebbe decidendo anche sulla chiusura della sede del Nazareno. “In questa emergenza abbiamo un nemico comune, il coronavirus. Soltanto rimanendo uniti e lavorando insieme riusciremo a sconfiggerlo e a risollevarci”, scrive su Twitter il capo politico del Movimento 5 Stelle Vito Crimi.

 

Ti potrebbe interessare anche: Come e quanto Salvini sta danneggiando l’talia con il suo sciacallaggio politico