startupsociale

A Torino riparte Foundamenta, programma di accelerazione per startup a impatto sociale

Il primo Centro per l’Innovazione Sociale in Italia ha la sua base a Torino e, anche per quest’anno, lancia una call per le startup a impatto sociale, ovvero che hanno come mission il miglioramento del Bene comune. Parliamo di Foundamenta, progetto nato nel 2015 e arrivato, quindi, alla sua terza edizione. È un programma di accelerazione per startup promosso da SocialFare, un’impresa sociale che ha come obiettivo fondamentale riuscire a promuovere e sostenere il cambiamento, e fare in modo di creare valore economico dal valore sociale.

Sede del programma è Rinascimenti Sociali, il vero e proprio acceleratore, nato dall’accordo di un piccolo gruppo di enti di stampo cattolico proprio per dare vita a Foundamenta, e che viene ospitato nella sede di SocialFare: l’esigenza di dare un impulso al comparto “sociale” è stato il motore che ha spinto queste realtà a progettare un percorso destinato appositamente al sostegno dell’imprenditoria che privilegi l’attenzione alla persona e ai suoi bisogni.

Acceleratori di startup, questi sconosciuti

Per diverso tempo siamo stati abituati a sentir parlare di incubatori di startup, dove con questi si voleva intendere un luogo fisico che ospitasse le imprese di nuova costituzione. Il nuovo modello di sostegno alle imprese nascenti è oggi l’acceleratore, ovvero un percorso di assistenza allo sviluppo dell’azienda compiuto attraverso l’erogazione di vari servizi e risorse.

startup-coachingQuesto vuol dire che il programma di accelerazione va a intervenire sulle modalità di gestione della startup, con lo scopo di portarla a un livello di maturità tale da farla ben competere sul mercato di riferimento.
Normalmente un programma di accelerazione prevede un periodo medio-lungo di svolgimento (dai 6 ai 12 mesi), orientato alla risoluzione di tutte le difficoltà organizzative, operative e strategiche che si possono manifestare durante il periodo iniziale di attività di una startup. Tutto ciò si concretizza attraverso consulenze mirate, che hanno come fine ultimo il trasferimento di  competenze e “buone pratiche” proprie delle grandi imprese, riadattandole alle aziende di dimensioni medio-piccole.

Foundamenta#3: come aiuta le startup

L’obiettivo del progetto è quello di riuscire ad accelerare una decina di imprese all’anno e di renderle autonome. «II programma di accelerazione per startup a impatto sociale mette a sistema, nel 2017, l’esperienza dei due anni passati e potenzia la propria offerta per tutti quei team che abbiano sviluppato una business idea innovativa o una startup a impatto sociale. » spiega Laura Orestano, CEO di SocialFare. Le aree tematiche nelle quali si cercano soluzioni innovative sono:

• Impact education
• Co-production
• Welfare
• City-boost
• Silver economy
• Destinations2grow

Per le startup selezionate, il programma prevede diverse facilities: 12 settimane full-time di formazione e assistenza per generare imprese in grado di richiamare a sé investimenti, con l’ausilio di più di 20 mentor e advisor nazionali e internazionali; la possibilità – per i team non residenti in Piemonte – di usufruire di accomodation gratuita; un periodo di coworking gratuito a Torino presso imprese già presenti e affermate; l’opportunità di incontrare più di 30 investitori in occasione del Social Impact Investor Day. Inoltre, dal punto di vista strettamente economico, sono preventivati 400 mila euro di startup investment, il che significa che ogni startup potrà usufruire di 40 mila euro di servizi offerti alle imprese.

Il termine per presentare le domande di partecipazione è fissato al 2 Aprile 2017 ed è possibile candidarsi tramite il sito di Rinascimenti Sociali.

CONDIVIDI