Tech

Apple Design AWARDS 2018, tutti i vincitori della 21esima edizione

Ieri pomeriggio (4 giugno) si sono tenuti gli Apple Design Award 2018. La società conferisce il premio alle applicazioni che ritiene “le migliori del settore”, ovvero quelle che rappresentano innovazioni di qualità e il raggiungimento degli obiettivi delle sue varie piattaforme. L’evento si è tenuto a San Jose, presso il Worldwide Developer Conference. Si tratta della 21esima edizione e lo scopo è proprio quello di mettere in evidenza le App che rappresentano un punto di riferimento per il design di alta qualità, prendendo come criteri alcuni aspetti fondamentali come: l’interfaccia utente e l’esperienza utente, l’originalità, ed altri fattori che rappresentano quei tipi di applicazioni che ad Apple piace vedere di più nel suo App Store.

Gli Apple Design Awards riguardano non solo i premiati, ma anche i numerosissimi altri sviluppatori, che in questo modo riescono a capire quali sono le tipologie che Apple apprezza di più!

Quest’anno, i vincitori del premio si sono caratterizzati per il fatto di appartenere a vari paesi del mondo. Infatti solo un vincitore viene dagli Stati Uniti, nonostante l’America rappresenti uno dei più grandi mercati di Apple.

Lo stesso vincitore americano è stato un po’ insolito, a dirla tutta: invece di essere un’app o un gioco rivolto al consumatore, è stato costruito apposta per essere utilizzato nell’industria medica.

Gli altri concorrenti hanno mostrato uno sviluppo di giochi di qualità, considerati delle vere e proprie opere d’arte e di musica. Altri ancora hanno invece proposto in modo interessante delle utility standard come app per appunti, traduttori di lingua oppure  calcolatrici. Insomma, l’elenco è più che mai variegato.

Ecco di seguito i vincitori: il primo si chiama Agenda e arriva dall’Olanda.

apple-wwdc-2018

Agenda (Paesi Bassi)

Agenda è un’app per appunti disponibile per Mac e per iOS, che utilizza un approccio unico per organizzare le note in una timeline, dando la possibilità di tracciare il passato, il presente e il futuro delle attività, contemporaneamente. L’app include anche note e tipografia stilizzate, oltre ad elementi di progettazione di navigazione ben pensati, ricerca e supporto per sincronizzazione di iCloud e Handoff.

Agenda, nel suo sito web, mette in evidenza il download di app: facile e intuitivo.

Bandimal (Finlandia)

Bandimal è un app che funge da compositore di musica per bambini, in cui gli animali vengono utilizzati al posto degli strumenti. I bambini possono così scorrere gli animali per cambiare gli strumenti, impostare loop di batteria e comporre melodie anche senza conoscere le note, gli accordi e i punteggi.

Calzy 3 (India)

Calzy 3 è un’app calcolatrice, moderna e intelligente, che aggiunge funzionalità di bookmarking per il salvataggio dei calcoli rivolti a riferimenti futuri. È capace di integrare una serie di tecnologie Apple in modo ponderato, tra cui Drag & Drop per la condivisione dei risultati in altre app, integrazione di iMessage, ricerca Spotlight per la ricerca di segnalibri, sincronizzazione di iCloud e Handoff.

Leggi anche: Apple: tutti gli aggiornamenti di iOS 12 alla Worldwide Developers Conference

apple-smart-glass

iTranslate Converse (Austria)

Mentre Google Traduttore è il più noto tra le applicazioni di traduzione in tempo reale, iTranslate Converse, scaricato circa 80 milioni di volte, offre un’app con un design più semplice e la capacità di rilevare automaticamente la lingua corretta, anche in ambienti considerati rumorosi. L’app supporta 38 lingue, funziona anche offline e utilizza 3D Touch. Funziona su iPhone e Apple Watch.

Florence (Australia)

Florence è una graphic novel interattiva dal designer della Monument Valley Ken Wong of Mountains: si tratta di una sorta di mezzo gioco e mezzo fumetto, che racconta una storia d’amore e di relazioni. I giocatori, che poi sono anche i lettori, seguono Florence e Krish che si incontrano, si danno appuntamento, si innamorano e si trasferiscono insieme. Praticamente l’app mostra cosa vuol dire vivere la vita come il protagonista mentre sperimenta il suo primo amore.

Playdead’s INSIDE (Danimarca)

Questo pluripremiato platform di avventura del team di Limbo include arte e animazione, ma con un tono più oscuro. Si possono esplorare mondi monocromatici e spaventosi, risolvendo enigmi lungo il percorso. Anche il design del suono, a dir poco inquietante, spicca e funziona bene per immergere i giocatori nel mondo virtuale, soprattutto quando indossiamo le cuffie. L’app funziona su iPhone, iPad e Apple TV e ha 10.000 recensioni a 5 stelle su App Store.

Leggi anche: Apple, sconto di 60 euro sulla sostituzione di batterie fuori garanzia

wwdc-apple2

Alto’s Odyssey (Canada)

Alto’s Odyssey, il seguito del popolare Alto’s Adventure, porta una magia simile su un infinito viaggio in sandboarding. Il gioco sfrutta 3D Touch e haptics, oltre a grafica e design ottimizzati in metallo e altre colonne sonore coinvolgenti.

Frost (Austria)

Questo gioco di puzzle a forma libera ha giocatori che disegnano percorsi per guidare gli spiriti verso i loro pianeti. È allo stesso tempo bello e – grazie alla sua colonna sonora – anche calmante. Frost utilizza la tecnologia Metal per creare animazioni fluide e sfrutta tecnologie come il multi-touch. Questa è la seconda vittoria della squadra, che in precedenza aveva già vinto per il gioco Blek.

Oddmar (Turchia)

Oddmar è uno scroller disegnato a mano in stile Viking, che sembra quasi un film invece di un gioco. La storia si concentra su Oddmar, il protagonista, cercando di riscattarsi e di essere degno di un posto nel Valhalla. Il gioco è ottimizzato per i controlli touch, supporta i controller di gioco, sfrutta Metal e include una colonna sonora influenzata dalla musica tradizionale svedese, che infatti è stata effettivamente registrata in un piccolo studio in Svezia.

Tutti i vincitori hanno ricevuto un trofeo in alluminio che si illumina e un tesoro Apple, che infatti comprende: iMac Pro, iPad Pro, iPhone X, AirPods, MacBook Pro 15 “ e l’esposizione ufficiale sull’App Store e Apple iOS.