Lavoro

Curriculum vitae: gli 8 errori più fastidiosi che puoi fare in un curriculum

Quando si scrive un curriculum vitae si commettono molti errori nella compilazione che possono essere evitati con piccoli accorgimenti. A pari merito di competenza e professionalità del candidato un curriculum che si presenta meglio vale di più. La scrittura del curriculum è uno dei momenti più importanti della ricerca del lavoro: il CV è il tuo biglietto da visita con il quale ti presenti alle aziende dalle cui vorresti farti assumere. Prima ancora del colloquio, però, il tuo curriculum vitae dovrà colpire l’attenzione dei selezionatori. Per questo oggi vogliamo parlarti degli errori da evitare nella redazione del curriculum vitae perfetto: è dimostrato che i responsabili della selezione all’interno delle aziende utilizzano pochissimi secondi per leggere il curriculum del candidato e decidere se passare allo step successivo. Ecco perché per attirare l’attenzione degli esaminatori e avere l’opportunità di essere chiamati per un colloquio conoscitivo è necessario studiare con attenzione il proprio curriculum e compilarlo in modo funzionale, ma soprattutto corretto ed efficace. Nessuno lo sa meglio di Tina Nicolai, fondatrice di Résumé Writers’ Ink. Ha stimato di aver letto più di 40.000 curriculum dal lancio, nel 2010, di Résumé Writers’ Ink. Nel corso degli anni, dice Nicolai, alcuni fastidiosi errori tendono a ripetersi spesso. Ecco quali sono per Nicolai gli errori più fastidiosi che puoi fare in un curriculum:

curriculum-vitae-errori-comuni

Leggi anche: Cercare lavoro online, 5 consigli per trovare occupazione sul web

1-Trascuratezza

“I più grandi errori che fanno le persone in cerca di lavoro: sono negligenti, prestano poca attenzione ai dettagli, sono pigre!” Nicolai ha detto di aver visto troppi curriculum con errori di battitura, caratteri non professionali, informazioni obsolete e informazioni irrilevanti.

2-Sommari troppo lunghi

I sommari sono fastidiosi quando sono scritti in un tono formale e includono troppi aggettivi, ha detto.

“Dopo un po’ i riassunti sembrano un lungo capitolo di un libro”, ha detto Nicolai. “È meglio elencare alcuni punti con risultati mirati e una cronologia che afferma.

3-Troppe parole d’ordine

Il gergo dei cv come “fuori dagli schemi”, “lavoro di squadra” e “comunicatore eccezionale” “sono le aspettative di base nel mercato di oggi”, ha detto Nicolai. “Una persona che è davvero un ‘risolutore di problemi unico che lavora bene in team’ trasmetterà questo sinteticamente e creativamente nel proprio curriculum attraverso una combinazione di poche parole e immagini”.

4-Iniziare un elenco a punti con “Responsabile di”

Questa è un’altra “cosa da pigri” che ha visto troppe volte nei curriculum. “I candidati devono capire che iniziare una frase con” responsabile di” dice a chi legge quali sarebbero stati i requisiti del lavoro svolto ma non afferma che il candidato abbia effettivamente eseguito le funzioni”, ha detto Nicolai. “Non afferma che il candidato abbia svolto con successo queste funzioni. Non essere pigro: prenditi qualche minuto in più per spiegare ciò che hai realizzato, non ciò che avresti dovuto realizzare”.

curriculum-vitae-errori-comuni

Leggi anche: Curriculum vitae, i 5 migliori tool per creare un CV online

5-Essere troppo formale

Alla fine ha detto che trova fastidiosi i cv eccessivamente formali perché non sono coinvolgenti e non consentono a chi legge di comprendere bene la personalità del candidato.

6-Usare un modello di curriculum

Nicolai dice che troppe persone si affidano a dei modelli di curriculum che sono facilmente reperibili online. I modelli sono progettati come una guida e non sono pensati per essere usati come degli stampini” .“Pensa a un modello come a un vestito: una persona indossa un abito e lo adatta al suo stile personale, un modello riassuntivo è un quadro per mostrare il tuo marchio personale e, soprattutto, i tuoi risultati”.

7-Usare la spaziatura in modo inappropriato

“Il più delle voltei candidati usano troppo o troppo poco spazio bianco”, ha detto. “Scrivere troppe parole su una pagina con margini minuscoli e caratteri piccoli è fastidioso e, al contrario, avere infiniti ‘spazi bianchi’ con le parole giustificate da un lato o dall’altro del curriculum è ugualmente fastidioso”.

8-Occupare troppo spazio con le informazioni di contatto

Non si dovrebbero usare quattro righe per elencare il proprio nome, indirizzo, e-mail e numero di telefono. “Guadagna spazio rimuovendo l’indirizzo e condensando il tuo nome, numero di telefono ed email su una sola riga“, ha detto Nicolai. “Le righe del tuo curriculum sono “preziose” e dovrebbero essere usate per elencare le qualità attinenti.

Leggi anche: Curriculum vitae, come ottimizzarlo per trovare lavoro più facilmente