Edicola2.0-milano

Edicola 2.0 Milano, il giornale si pagherà con lo smartphone

Le edicole di Milano diverranno digitech grazie all’accordo tra Tinaba e SNAG (Sindacato Provinciale Autonomo Giornalai).

D’ora in poi, per acquistare un giornale o una rivista, basterà uno smartphone. É infatti disponibile un’app che permette di trasferire denaro ed effettuare pagamenti senza costi di commissione, catapultando definitivamente le edicole nell’era della digital transformation.

L’accordo è stato stipulato da Matteo Arpe, fondatore di Tinaba e Alessandro Rosa, Presidente Snag di Milano, e prevede entro la fine di marzo l’affiliazione di 20 edicole coinvolte nel progetto, compresa l’Edicola 2.0, presso il City Life Shopping District dove è già possibile pagare con Tinaba.

Leggi anche: Dispositivi misurazione pressione: adesso basta uno smartphone

Cos’è Tinaba?

Tinaba, più che una digital wallet, si presenta come un ecosistema digitale per il trasferimento, la condivisione e l’aggregazione del denaro, senza alcun costo di commissione.

L’obiettivo di Tinaba è quello di aiutare le famiglie e i giovani ad un nuovo modo di relazionarsi con il denaro, più semplice, diretto e collegato alle esigenze economiche della maggior parte delle persone.

Tinaba è il frutto di anni di ricerca e sviluppo, e si basa su una tecnologia capace di rendere i servizi offerti distintivi e completamente nuovi rispetto a quelli già esistenti sul mercato.

Nicola Giorgi, Managing Director di Tinaba, esprime il suo entusiasmo a proposito del progetto dichiarando che: “Tinaba si impegna giorno dopo giorno per diffondere un nuovo modo di relazionarsi al denaro e agli acquisti e mettere a disposizione servizi bancari innovativi, creati su misura per tutte le esigenze. Gli strumenti digitali stanno trasformando il lavoro, il tempo libero e la nostra user experience all’interno dei negozi: il nostro obiettivo è rendere questo passaggio facile e conveniente per tutti, sia per i clienti che per gli esercenti. L’accordo con SNAG Milano ci permetterà di conoscere le esigenze degli edicolanti e di lavorare con loro per migliorare e implementare i nostri servizi, per avvicinare sempre di più i commercianti alle abitudini di consumo, soprattutto dei giovani. Sarà una collaborazione importante che, a partire da Milano, città-piattaforma per l’innovazione e la progettazione, potrà essere replicata nel resto d’Italia per portare i pagamenti digitali in tutte le edicole del Paese”.

Leggi anche: Lo smartphone da polso che proietta ologrammi

L’innovazione digitale

Dalle edicole tradizionali si passerà a quelle del futuro, dove grazie al digital wallet sullo smartphone, sarà possibile acquistare giornali e riviste senza tirar fuori il portafoglio.

É infatti Tinaba che funge da portafoglio digitale, dove sono eliminati anche i costi di transazione, assicurando un servizio conveniente e sicuro.

In questi giorni è in pieno svolgimento la Milano Digital Week, durante la quale verrà organizzato un workshop proprio all’interno dell’Edicola 2.0 Bistrot presso il City Life Shopping District.

L’esempio servirà agli edicolanti di tutta Italia per capire quanto sia utile e innovativo il sistema di pagamento digitale.

CONDIVIDI
Roberta Montella
Leggere le piace, scrivere ancor di più. Dopo due Università, un Master e numerose redazioni, è Content Editor di Business.it, un portale che esprime tutta la sua curiosità per i nuovi media e l’innovazione tecnologica. Adora il cinema, odia la superficialità. Usa la tastiera come tappeto magico per esplorare a fondo l’intero mondo digitale.