eSim il futuro della telefonia

ESim, il futuro delle schede telefoniche cambia ancora

eSim, la nuova rivoluzione nel mondo della telefonia mobile

L’evoluzione delle sim card dei nostri cellulari hanno seguito lo sviluppo tecnologico. Lo spazio occupato è il principio su cui si basa lo sviluppo delle nuove tecnologie: infatti le eSim potrebbero davvero rivoluzionare il mondo della telefonia mobile. Le nuove Embedded Subscriber Identity Module sono dei circuiti stampati che memorizzeranno tutti i dati presenti sulle attuali Sim e permetteranno appunto di collegarsi alla rete mobile.

Attualmente sono già in uso su alcuni tablet e presto potrebbero essere sfruttate direttamente sui nuovi smartphone. All’interno delle nuove eSim troveremo anche il codice ICCID, che permetterà l’identificazione della singola scheda. Infatti questo codice è unico per ogni elemento, dunque sarà fondamentale per poter sviluppare la tecnologia.

Il tutto verrà gestito da un software che si collegherà con gli operatori telefonici e dove sarà possibile scegliere il proprio piano telefonico. Una vera e propria rivoluzione, che potrebbe cambiare il modo di concezione delle Sim Card che fino a questo momento sono state utilizzate per telefonare.

eSim nuovi orizzonti per la telefonia

eSim, niente più scheda fisica sul proprio smartphone

Questa nuova tecnologia permetterà di avere nuovo spazio all’interno del telefono. Ma soprattutto niente più preoccupazioni relative alla scheda Sim. Nessun tipo di incompatibilità, visto che molti dispositivi ancora non hanno una uniformità tra le varie tecnologie. Spesso capita di avere una Sim Card nano, mentre il nuovo dispositivo possiede uno slot per inserire un modello micro: questo significa dover cambiare nuovamente la scheda.

Inoltre i numeri verranno memorizzati all’interno e tutto verrà gestito da un software. Al momento l’unico scoglio rimane l’attivazione, visto che molti dispositivi non dispongono delle tecnologie adatte per permettere di attuare questa operazione. Solo Apple e Samsung si sono mosse in questa direzione, ma ovviamente è una tecnologia che ha bisogno di ulteriori collaudi e di un nuovo step di sviluppo prima di essere immessa sul mercato. In ogni caso il lancio potrebbe avvenire in tempi molto rapidi, dunque non è scontato che ci siano grandi novità in arrivo nei prossimi anni.

Dalla Sim Card alla eSim, un viaggio lungo vent’anni

Le schede Sim hanno fatto parte dello sviluppo della telefonia mobile sin dal principio. La prima Sim Card aveva la grandezza di una carta di credito e veniva inserita interamente dentro il telefono. Nel 1996 è sta inventata la mini Sim, con delle dimensioni ridotte: parliamo infatti di 25 millimetri di lunghezza e 15 millimetri di altezza, che hanno permesso ai produttori di installare uno slot di minori dimensioni.

Nel 2006 circa sono state commercializzate le Micro Sim, che mantenevano la stessa larghezza. L’unica differenza era nell’altezza, inferiore di circa 3 millimetri. Dopo qualche anno la tecnologia ha permesso di ridurre nuovamente la Sim Card, diminuendo di molto le misure. Stiamo parlando di 12 millimetri di larghezza e 9 di altezza. Le nano Sim hanno avuto un successo sul mercato, soprattutto per quanto riguarda la ricerca di un minore spazio all’interno del dispositivo. Ora le eSim possono davvero rivoluzionare il mono della telefonia mobile e la nostra concezione di scheda Sim.

CONDIVIDI