Social

Facebook: è l’app più popolare degli Stati Uniti

È vero che i nostri smartphone hanno un ruolo sempre più da “smart” e sempre meno da “phone”, ma la comunicazione è ancora una delle attività più comuni. Non si telefona più, ma si messaggia tanto, tantissimo. Complice la democratizzazione di Internet via mobile, i client di messaggistica sempre più evoluti, sofisticati e completi, che permettono di inviare non solo brevi messaggi di testo, ma anche foto, video, fare chiamate gratis via Internet e tanto altro. Se ci sono ancora dei dubbi su quanto sia influente Facebook allora si può considerare questo: l’app di Facebook è ora il terzo browser più popolare negli Stati Uniti. Infatti secondo i nuovi dati della società di analisi Mixpanel, mostra che l’app mobile di Facebook è attualmente uno dei migliori browser per dispositivi mobili negli Stati Uniti, rappresentando il 7,63 percento del traffico dei browser mobili nel paese. 

facebook-popolare-app-statiuniti

Leggi anche: Facebook e Instagram: ecco quanto tempo dedichi a ciascuna app

Facebook è un browser mobile importante

A livello nazionale, Facebook rappresenta il 7,63% del traffico del browser mobile, posizionandolo comodamente al terzo posto dietro a Chrome e Safari. I cinque principali stati in base alla percentuale di utenti su Facebook sono: 1. Washington – 13,74%, Rhode Island – 13,14%, Montana – 12,64%, Indiana – 11,93%, Minnesota – 11,81%. Inoltre, stati come North Carolina, Missouri, Pennsylvania e Texas sono tra i 12 in cui Facebook ha una quota di mercato superiore al 10%.  A trionfare sul podio è Facebook. Il social network è la prima app in America sia per dimensioni di pubblico che per quota di tempo trascorso dagli utenti dei diversi segmenti demografici sul social: ben 160 milioni di utenti totali di app in, pari al 72% di penetrazione. Sono questi alcuni dei dati emersi nel nuovo report che fa il punto sullo stato delle app in America. Facebook, infatti, è di gran lunga l’applicazione superiore, con 115,4 milioni di visitatori unici nel mese di giugno. In alcuni stati, tuttavia, quel numero è ancora più alto. A Washington e nel Rhode Island, Facebook rappresenta oltre il 13% del traffico, secondo Mixpanel. 

facebook-popolare-app-statiuniti

Leggi anche: Facebook: chiede alle banche di condividere i dati sulle abitudini di spesa dei clienti

Per dirla in prospettiva, il browser Chrome di Google rappresenta il 33% del traffico a livello nazionale mentre Safari di Apple raggiunge il primo posto con il 58,39% di traffico mobile, anche se questo fa segnare il 65,54% della quota di mercato di iOS. La stragrande maggioranza di questa lacuna è dovuta all’esistenza di un terzo concorrente (Facebook) nel mercato dei browser mobili, mentre la concorrenza del sistema operativo si riduce ad Android v. IOS. Guardando solo su Safari e Chrome, ci sono un po’ più utenti su iOS che utilizzano Chrome rispetto agli utenti su Android che utilizzano Safari. Ci sono solo due sistemi operativi mobili che qualsiasi cosa accosta a un numero significativo di persone utilizza: iOS e Android. IOS di Apple ha un’incredibile quota di mercato del 65,54%, che è la ragione principale per cui è una società da un trilione di dollari Android prende il restante 34,46% di utenti. Se iOS è “migliore” di Android è discutibile, ma il suo predominio nel mercato mobile è, per il momento, inattaccabile.

Il fatto che Facebook entri in un (relativamente lontano) terzo posto potrebbe non sembrare un grosso problema sul suo volto. Sappiamo da tempo che il feed delle notizie di Facebook è una delle più grandi fonti di traffico per gli editori di tutte le bande. Ma Facebook non è in affari per l’esecuzione di un browser. Sebbene la sua app abbia da tempo un browser in-app, è un mezzo per un fine: un modo per Facebook di distribuire i contenuti in modo più efficiente. Quindi il fatto che il social network, e il suo rudimentale browser in-app, rappresenti una quantità così grande di traffico, evidenzia solo quanto sia dominante come fonte di informazione. 

Leggi anche: Unicredit: chiude ogni interazione con Facebook