Tecnologia

Formula e gen 2: nuova auto elettrica, progressi nella tecnologia

Il campionato di Formula E è alla sua quinta stagione e proprio in questi giorni sta conquistando l’attenzione dei media anche per aver ospitato nei suoi circuiti celebrity come Orlando Bloom. Ma ciò che sta facendo parlare di più è l’annuncio della nuova macchina da corsa elettrica completamente ridisegnata.

Una nuova auto di Formula E è stata presentata online, offrendo agli appassionati di motorsport uno sguardo allettante prima del suo debutto competitivo a fine anno. Dotato di un design ultramoderno e di un’estetica aggressiva, il ciclista di seconda generazione offre quasi il doppio della capacità di accumulo di energia e il doppio della gamma. Ciò significa che i conducenti non dovranno più effettuare uno scambio di auto a metà gara, dal momento che lo sport ha preso per la prima volta le piste nel 2014.

Con il suo stile futuristico e l’aumento di potenza e autonomia, l’auto Gen2 si allontana ulteriormente dalle categorie di corse consolidate come la Formula 1 e IndyCar.

Leggi anche: Nasce il pick-up di Tesla: ora l’azienda propone un innovativo modello a trazione elettrica

La nuova Formula E Gen2, il progresso dell’auto elettrica

la nuova Formula E Gen2 avrà una veste futuristica e prestazioni ad oggi mai viste su un’automobile elettrica, sebbene da corsa. La Formula E Gen2 avrà un pacco batterie da 54 kWh e rappresenterà il primo grande salto in avanti dalla nascita della serie elettrica, anzitutto sotto forma dell’eliminazione del cambio macchina a metà gara. L’auto da corsa di seconda generazione di Formula E, chiamata appropriatamente Gen2, arriva con un aggiornamento cruciale.

Al debutto competitivo per il campionato ABB FIA Formula E 2018/19, l’auto Gen2 completamente elettrica verrà utilizzata per le prossime tre stagioni. L’auto rappresenta visibilmente una nuova era per la Formula E e si distingue davvero molto dalle vetture di altre categorie del motorsport.

Questa è la prima auto creata dalla FIA, la Federazione Internazionale dell’Automobile, che ha riunito  i principali progettisti e ingegneri del mondo per lavorare sul progetto. La nuova vettura dimostra un incremento delle prestazioni rispetto all’attuale serie, con quasi il doppio della capacità di accumulo di energia: questo significa che team e piloti completeranno una distanza di gara a velocità più elevate senza effettuare un cambio di auto a metà gara. L’auto Gen2 è una chiara dimostrazione dei progressi nella tecnologia delle batterie e dei motori elettrici raggiunta nello spazio di soli quattro anni. Il modello fisico della vettura Gen2 e le specifiche tecniche complete saranno svelati allo stand FIA al Motor Show di Ginevra il 6 marzo.

Dichiarazioni del presidente della FIA, Jean Todt

Il presidente della FIA, Jean Todt, ha dichiarato: “Questi sono tempi molto eccitanti per la Formula E. Oggi mostriamo per la prima volta il design della nuova generazione di auto, e sono sicuro che tutti saranno molto entusiasti di quanto sia futuristico e avanzato . Sono molto orgoglioso che la FIA sia stata in prima linea nello sviluppo di questa vettura, è qualcosa di nuovo per la Federazione, e il progetto è stato un enorme successo. Non vedo l’ora di togliere le coperte dalla vera macchina quando verrà mostrata per la prima volta a Ginevra il 6 marzo “.

Costruita a partire da un sofisticato telaio in fibra di carbonio, la seconda edizione delle auto è stata totalmente ridisegnata ed è ora dotata dell’“Halo”, la protezione frontale per la testa del pilota che debutterà nelle prossime settimane anche in Formula 1.

Leggi anche: Italia al Ces 2018: alla fiera della tecnologia di Las Vegas molte le Start Up italiane

formula-e-gen2-elettrica
Come la Formula E sta cambiando il mercato delle auto elettriche

“Questa vettura rappresenta il futuro delle corse”, ha dichiarato Alejandro Agag, fondatore e CEO di Formula E, del veicolo che verrà presentato per il campionato 2018-19. “Quando abbiamo avviato la Formula E, il nostro obiettivo era quello di rompere gli schemi e sfidare lo status quo, portando una rivoluzione nel mondo del motorsport: questa vettura di nuova generazione rappresenta questa rivoluzione.” La FIA ha riunito un certo numero di designer e ingegneri di tutto il mondo per lavorare sul concetto: la prima volta che il corpo di governo del motorsport ha diretto direttamente la creazione di un’auto per la competizione.

BMW , Nissan , Porsche, Mercedes-Benz e Audi sono impegnate in progetti per correre nella serie Formula E a partire dal 2018 o dal 2019: l’interesse delle case automobilistiche per questo campionato sta raggiungendo il suo culmine quest’anno. La Formula E inoltre attira sempre più le celebri firme delle quattro ruote: TechMahindra ha ad esempio stretto una collaborazione tecnica con Pininfarina  e così sull’auto elettrica da corsa è comparso il logo della maison italiana, a testimonianza di questa partnership.

Brand come Audi si dichiarano entusiaste di partecipare al campionato, affermando il loro impegno in un cambiamento tecnologico orientato alla sostenibilità. L’entusiasmo del settore automobilistico e del pubblico sembra stia crescendo velocemente. Lo sport su quattro ruote, come sempre, sta aprendo nuovi orizzonti per l’automotive: il futuro è elettrico e ormai la scintilla è scoccata, è proprio il caso di dirlo! Ma già il nuovo design ha suscitato molto scalpore, con molti paragonando il pilota di seconda generazione alla Batmobile.

Leggi anche: Internet of things news: i trend del 2018