Tecnologia

Google Foto: il miglior servizio di Google, ecco come usarlo

Sei una persona amante della fotografia e quando sei fuori casa scatti sempre moltissime foto dal tuo smartphone. Questa tua passione comporta purtroppo anche delle conseguenze come quella di avere la memoria del tuo dispositivo sempre piena e il successivo e frequente backup delle foto scattate su PC, al fine di liberare lo spazio del tuo smartphone. Google Foto è un servizio molto utile che funge sia da normale galleria fotografica sia da strumento di backup per le foto e i video catturati con il vostro smartphone o tablet Android (e non solo). L’app è generalmente preinstallata su questi ultimi e offre uno spazio cloud potenzialmente illimitato per salvare una copia dei file multimediali, oltre che diverse altre funzioni. Andiamo a scoprirle più nel dettaglio.

google-photos-funzioni

Come funziona Google Foto

Google Foto, è un’applicazione disponibile su dispositivi mobili Android e iOS che crea automaticamente una copia di backup delle tue foto, catalogandole e organizzandole per permetterti di ritrovarle più facilmente. Google Foto è già integrata su alcuni smartphone Android ed effettua il caricamento in automatico in cloud come opzione di default, mentre su iOS è possibile scaricare l’applicazione gratuitamente e configurarla per l’upload automatico delle foto. Per utilizzare Google Foto su Android e iOS è necessario disporre di un account Google. L’applicazione per il cloud storage permette infatti l’upload online delle foto presenti nella memoria del tuo dispositivo ed è accessibile anche da desktop, una volta effettuato il login con un account Google.

Se utilizzi uno smartphone Android avrai già a disposizione un account Google in quando l’avrai dovuto creare alla configurazione iniziale del tuo dispositivo, dal momento che serve anche per l’accesso al Google Play Store; puoi quindi utilizzarlo anche per Google Foto. Naviga su photos.google.com (una volta che hai fatto l’accesso al tuo account Gmail) e inizia a utilizzare Google Foto. Nonostante la logica imponga di fare clic sull’opzione “Libera spazio di memoria” presente nel menu principale, il primo posto dove navigare è il menu “Backup e sincronizzazione” che si trova in Impostazioni.

Questo è il motivo principale per cui Google Foto è così eccezionale: prende tutta la tua libreria fotografica – ogni foto che hai mai scattato sul telefono, così come screenshot e foto scattate da Instagram e qualsiasi altra cosa – e la carica su Internet. Le foto rimangono private, nascoste dietro le informazioni del tuo account Google, ma ora puoi accedervi da ovunque. Sul tuo portatile, su un nuovo telefono e sul tuo tablet. Nello specifico: è possibile eliminare completamente l’intera libreria di foto, liberando così una quantità enorme di spazio libero sul telefono.

Dopo aver caricato l’intera libreria di foto del tuo telefono nel tuo account Google, puoi tranquillamente eliminare quella libreria dalla memoria locale. Ogni volta che ti collego al WiFi, il telefono inizia automaticamente a caricare le foto che hai scattato su Google Foto. Al termine, elimina automaticamente l’originale dal telefono. E’ un processo che funzioni perfettamente, senza correre il rischio di eliminare una foto senza che questa sia caricata completamente.

google-photos-funzioni

Leggi anche: Google e Apple: i due big si contendono il mercato delle app per i navigatori

Google Foto è estremamente flessibile e personalizzabile.

Google Foto puoi facilmente adattarlo alle tue esigenze. Forse ti piacerebbe che Google Foto raggruppasse le foto insieme con la stessa persona/persone? Google Foto può farlo. O forse ti piacerebbe eseguire il backup di foto esclusivamente quando sei connesso al WiFi? Google Foto è felice di farti anche questo (puoi anche eseguire il backup utilizzando i dati della rete, se preferisci).

Forse ti piacerebbe identificare immediatamente le foto che sono già state sottoposte a backup e quindi eliminarle? Basta toccare il pulsante “Libera la memoria del dispositivo” e tutto è pronto. Oltre al vantaggio immediato di scaricare la libreria fotografica fuori dal telefono, ci sono altri importanti vantaggi nell’utilizzo di Google Foto. Come la classificazione per categorie. Dato che Google Foto utilizza la geolocalizzazione e il riconoscimento facciale, mette automaticamente insieme album fotografici, collage e filmati veramente utili.

Andando a un livello più profondo, Google Foto classifica automaticamente l’intera libreria di foto per una facile ricerca. Ti chiedi cosa hai fatto ad aprile 2016? Google Foto lo sa. Anziché limitarsi a consultare la tua raccolta fotografica come un elenco cronologico, Google Foto ti permette di individuare un mese e un anno specifici per visualizzarli. La cosa migliore è che è completamente gratuito: puoi caricare un numero illimitato di foto (sono leggermente compresse, ma comunque di qualità molto elevata). Se vuoi davvero caricare backup fotografici a piena risoluzione, puoi farlo, ma dopo una certa quantità di spazio di archiviazione, Google vuole che si paghi. Detto questo, l’opzione “alta qualità” è più che adeguata.

Leggi anche: Tecnologia: Google potrebbe tornare in Cina, ecco perché

Perché utilizzare Google Foto al posto di iCloud?

Il motivo principale è dato dallo spazio su iCloud gratuito ma limitato a 5 giga, spazio che risulta invece illimitato su Google Foto per il caricamento delle foto in alta qualità. Per l’upload delle foto in qualità originale, invece, lo spazio gratuito dedicato è di 15 giga. Google Foto è inoltre una galleria fotografica con funzionalità intelligenti che cataloga le foto in maniera automatica in ordine di importanza integrando anche alcune funzionalità per l’editing delle foto e permettendo la realizzazione di filmati, collage, animazioni in maniera automatica o manuale, tramite uno strumento chiamato Assistente.

L’assistente di Google Foto è una delle funzioni più interessanti del servizio/app. Propone ogni tanto degli album, creati in modo automatico, riguardanti giornate trascorse ad esempio in gite fuori porta o in vacanza (“riscopri questo giorno”), o anche foto ritoccate con particolari effetti che possono risultare gradite. Foto le propone, sta poi all’utente scegliere se salvarle o ignorarle. Tramite il menu assistente si possono creare album personalizzati, filmati a tema con sottofondo musicale, animazioni(slide) e collage (fino a 9 foto), tutto anche dall’app per Android. Tramite le varie opzioni è possibile modificare vari parametri, aggiungere altre foto, scegliere la musica, gli effetti e così via.

Leggi anche: Google Glass: potrebbe presto diventare uno strumento importante per i bambini autistici