Tecnologia

Google investe nell’e-commerce cinese JD.com

Siamo oramai abituati ai cambiamenti e alle strategie che i colossi del digitale e della comunicazione intraprendono per accrescere la loro posizione su scala internazionale.

L’ultima notizia arriva direttamente da Mountain View: Google ha deciso di investire in maniera a dir poco strategica la cifra di 550 milioni di dollari nella società di e-commerce cinese JD.com.

Già negli ultimi tempi, Google aveva effettivamente dichiarato di voler aumentare la propria presenza in Cina: adesso le intenzioni si concretizzano, vista l’accettazione di una partnership strategica con la società di e-commerce JD.com fra le più grandi sul mercato orientale.

Leggi anche: Google: il nuovo Gmail punta al mercato delle aziende

Google mobile first indexing

Le nuove strategie

Google ha già investito in Cina, ha aperto uffici che includono un hub A.I., ma adesso sta lavorando con JD.com in gran parte al di fuori della Cina. In una dichiarazione congiunta le due società hanno detto ufficialmente che avrebbero “collaborato a una serie di iniziative strategiche, tra cui lo sviluppo congiunto di soluzioni di vendita al dettaglio”, da effettuarsi in Europa, negli Stati Uniti e nel Sud-Est asiatico.

L’obiettivo della collaborazione è quello di unire l’esperienza di JD.COM tra la tecnologia nella supply chain e quella nella logistica: in Cina, l’azienda ha già aperto nuovi centri che utilizzano robot al posto dei lavoratori con la portata, i dati e il marketing di Google dl fine di produrre nuovi tipi di vendita al dettaglio online.

Inizialmente, questo avrà dei cambiamenti: vedrà i due team riunirsi per offrire prodotti JD.com in vendita sulla piattaforma di Google Shopping in tutto il mondo, ma la collaborazione non finisce qui: JD.com ha infatti un valore di circa $ 60 miliardi basato sul prezzo delle azioni NASDAQ. La società ha stretto una partnership con aziende del calibro di Walmart, le quali hanno investito molto nella tecnologia di magazzino automatizzata, in droni e in un nuovo tipo di negozi e logistica di “ultima generazione”.

Leggi anche: Google investe in Go-jek, l’app del futuro in Indonesia

JD.com-e-commerce-cinese

Verso il mercato orientale

Questa ulteriore mossa strategica, definita per una piattaforma di distribuzione come Google a sostegno di un fornitore di servizi come JD.com, è molto interessante se in più si nota che l’azienda di Mountain View, attraverso la ricerca e la pubblicità, ha stretto rapporti anche con una serie di aziende di e-commerce tra cui la rinomata Alibaba.

La nuova strategia rappresenta un segno dei tempi per Google, che ha già sviluppato relazioni non soltanto con JD.com, ma anche con il suo più grande sostenitore Tencent, il gigante di Internet cinese da 500 miliardi di dollari. Tutte e tre le aziende hanno sostenuto Go-Jek, mentre solo Tencent e Google hanno in precedenza firmato una partnership per la condivisione di brevetti e hanno coinvestito in startup come XtalPi. Staremo a vedere quali saranno i risultati degli accordi e cosa porteranno di nuovo al mercato orientale.

Leggi anche: Google Home Vs Amazon Echo: differenze (e non) tra gli assistenti per la Smart Home