affectiva-ai-auto

Intelligenza Artificiale: Affectiva tiene traccia delle emozioni durante la guida

Gli sforzi per sviluppare veicoli a guida autonoma sono in gran parte concentrati sul monitoraggio di ciò che accade al di fuori delle auto. Ora, l’industria sta dedicando una parte della sua attenzione alle tecnologie che percepiscono ciò che sta accadendo all’interno del veicolo. Un obiettivo iniziale è quello di monitorare meglio la vigilanza dei conducenti per contribuire a ridurre il numero di incidenti stradali. Ma se un giorno i veicoli completamente autonomi diventeranno la norma, disporre di una tecnologia in grado di comprendere l’umore e le preferenze dei passeggeri potrebbe consentire al veicolo di effettuare automaticamente delle regolazioni che migliorano l’esperienza di guida.

On Wednesdasy, Affectiva, una startup del software di riconoscimento emotivo del MIT Media Lab, ha annunciato il lancio del suo servizio di IA Automotive che consente ai creatori di veicoli autonomi e altri sistemi di trasporto di monitorare la risposta emotiva degli utenti. L’offerta Automotive è il terzo servizio di Affectiva per tracciare la risposta emotiva degli utenti del prodotto e fa parte di una strategia a lungo termine per costruire profili emozionali tratti da altoparlanti intelligenti, veicoli autonomi e altre piattaforme con una videocamera o un’interfaccia di conversazione.

affectiva-ai-auto

Leggi anche: Professioni in ascesa: specialisti di intelligenze artificiali

Cosa fa Affectiva?

Affectiva può raccogliere emozioni come gioia, sorpresa, paura o rabbia dal viso di una persona e cose come risate e livelli di emozioni dalla propria voce. Per sviluppare la sua soluzione per le auto, Affectiva ha lavorato con OEM, fornitori di sistemi di sicurezza per veicoli come Autoliv e la startup di robotaxi Renovo negli ultimi 18 mesi.

All’interno dei veicoli, Affectiva può utilizzare una combinazione di telecamere RGB tradizionali e telecamere a infrarossi vicine per creare punteggi di fiducia basati su cose come il numero di palpebre lampeggianti al minuto. Utilizza anche modelli di intelligenza artificiale per identificare sonnolenza, sbadigli e altri segni di stanchezza del guidatore. Fattori come le condizioni meteorologiche o se l’auto è su un’autostrada o su una strada residenziale potrebbero anche essere utilizzati per determinare quando un conducente dovrebbe assumere il controllo.

Affectiva aumenta la sicurezza

In veicoli semi-autonomi, Affectiva si concentrerà sul monitoraggio dei conducenti per aumentare la sicurezza e facilitare il trasferimento tra uomo e macchina. “Ha bisogno di sapere se l’autista sta prestando attenzione o meno. L’autista è stanco? L’autista è addormentato? L’autista sta guardando un film? In questo caso, ha davvero bisogno di capire lo stato del conducente o del copilota, in modo che possa trasferire in modo sicuro il controllo a un guidatore umano”, ha dichiarato il CEO Rana el Kaliouby a VentureBeat in un’intervista.

L’uso del riconoscimento facciale per determinare se un guidatore è sotto l’influenza di droghe o alcol non sarà parte dell’AI Automotive al momento del lancio, ma fa parte della roadmap del prodotto, ha detto El Kaliouby. Una volta che i veicoli completamente autonomi senza conducente entrano in strada, Affectiva potrebbe passare al centro dell’attenzione dai conducenti ai passeggeri, utilizzando il riconoscimento vocale e facciale per riconoscere gli occupanti e personalizzare le cose come la temperatura e l’illuminazione all’interno di un veicolo. In un mondo di veicoli completamente autonomo, Affectiva potrebbe essere utilizzato per rilevare il numero di piloti nell’auto, la loro età, razza e genere e tentare di comprendere le dinamiche sociali come se fossero amici, colleghi o familiari.

Leggi anche: Intelligenza artificiale: gli innovatori italiani che sviluppano sistemi di AI

affectiva-ai-autoAffectiva e il mercato automobilistico

Nell’ultimo anno circa, le case automobilistiche, i fornitori di veicoli e le startup tecnologiche automobilistiche hanno iniziato a manifestare un crescente interesse per i prodotti di Affectiva, afferma Kaliouby. Nella loro spinta per l’automazione dei veicoli, queste società si sono concentrate principalmente sulle tecnologie di rilevamento outdoor, afferma.

El Kaliouby crede che Affectiva sia ben posizionata per entrare nel mercato automobilistico e competere con aziende come Seeing Machines perché utilizza l’intelligenza artificiale per migliorare continuamente il suo prodotto e si è espansa per includere una gamma di dispositivi che possono utilizzare telecamere e microfoni per rilevare le emozioni – da smart altoparlanti alle auto.

Android Auto e CarPlay di Apple sono in circolazione da un po’ di tempo, ma nell’ultimo anno le case automobilistiche come Ford, Mercedes-Benz e Hyundai hanno reso disponibile il controllo vocale per i loro veicoli. E a gennaio, Toyota ha accettato di portare Alexa nelle sue auto.

Leggi anche: Intelligenza artificiale: occhiali da sole con riconoscimento facciale

CONDIVIDI
Valentina Samà
Progettare, creare e stupire è la sua passione. Dopo il diploma di Grafico Pubblicitario e varie esperienze in Digital Marketing and Social Media Marketing, diventa content editor in Business.it. Ama l'arte e il disegno e scrivere sarà la sua nuova sfida.