Start Up & Imprese

Interior Define, la startup che ha già raccolto 27,2 miliardi di dollari. Ecco perchè

Interior Define, startup di mobili su misura, ha sperimentato una crescita lineare durante primi i quattro anni della sua esistenza. Una crescita che ha comunque permesso di  crearsi una posizione sul mercato dei mobili completamente personalizzabili, compresi divani, set da pranzo e reti da letto. I clienti possono infatti acquistare questo ed altro sia attraverso uno showroom online, sia in negozi fisici di base a Chicago (il suo mercato interno), LA, New York e Austin.

Interior Define apre una nuova sede a SF

Dopo il successo lento ma costante, Interior Define ha recentemente aperto la sua più grande posizione di vendita al dettaglio proprio nel mezzo della Hayes Valley a San Francisco. E questa volta, il negozio fisico ha determinato una svolta nella storia dell’azienda.

Nella parte posteriore dello showroom, Interior Define ha costruito una casa a due piani completamente arredata, chiamata Studio ID. Oltre ai suoi pezzi, Studio ID include pezzi e prodotti di altri partner nativi digitali, come ad esempio Wright Bedding, Gantri, Snowe Home, Barn & Willow, 57st Design, Revival Rugs, Minted, Fireclay Tile e Sonos.

Leggi anche: Startup: aumenta il numero delle startup in Italia, ma non decollano gli investimenti

interior-define-app

L’innovazione del retail

Qual’è dunque l’idea innovativa? Si tratta di mostrare i pezzi di dell’azienda nel loro ambiente più naturale, offrendo una migliore visibilità ai partner tramite la vendita offline.

Secondo il cofinanziatore e CEO di Interior Define Rob Royer, non c’è scambio di denaro per questo tipo di partnership, ma è piuttosto uno “scambio merci”.

A proposito di un’intervista rilasciata al magazine TechCrunch, Royer ha dichiarato che San Francisco è stato effettivamente per un po’ di tempo il mercato prioritario dell’azienda. Per questo la startup ha insistito affinché si trovasse un posto adatto proprio all’interno di Hayes Valley, e ha aspettato fino a quando non hanno scoperto questa bellissima posizione per entrare nel mercato del retail.

Infatti, quando Interior Define fu lanciato per la prima volta, l’azienda vendeva semplicemente divani personalizzabili. Gli utenti potevano scegliere il rivestimento, le misure e i dettagli come ad esempio la tipologia delle gambe del divano. Da allora l’azienda si è espansa, dai set da pranzo alle reti da letto. Non solo: la startup ha saputo migliorare l’esperienza complessiva dell’utente/cliente con un’app Interior Define apposta per ogni necessità.

Leggi anche: Realtà aumentata, l’interior design è a prova di App

divano-mobile-app

L’App ID

L’app è altamente innovativa: consente agli utenti di scansionare il pavimento della loro casa e posizionare l’oggetto che si sta personalizzando nella stanza tramite la realtà aumentata.
Interior Define ha anche estratto una pagina dal playbook di Warby Parker, offrendo un programma di swatch gratuito per gli utenti eventualmente interessati all’acquisto online.

Interior Define ha già raccolto un totale di 27,2 milioni di dollari da investitori come Fifth Wall, Pritzker Group, Breakout Capital e Great Oaks. E il successo sembra solo destinato a crescere.

Leggi anche: Realtà virtuale e arredamento di design, l’innovazione dell’azienda italiana Rifra