Lego_tencent

La Lego sbarca in Cina e si allea con il conglomerato tecnologico Tencent

Gli appassionati di Lego, i nostalgici delle costruzioni e coloro che per la prima volta si affacciano a questo mondo di giochi colorato saranno felici di sapere che sfonderanno presto anche in Cina.

Dalla Danimarca, il gioco a mattoncini colorati ad incastro, ha fatto giocare i bambini di mezzo mondo fin dagli anni ’50.

Adesso è giunto il momento di espandere ulteriormente i confini commerciali e sfondare anche il mercato cinese.

Il Gruppo Lego si sta infatti alleando con Tencent, un conglomerato tecnologico cinese. Il fine? Una collaborazione volta a creare giochi per i bambini cinesi “attraverso un’ampia gamma di contenuti digitali e piattaforme digitali”.

Leggi anche: L’artigianalità e il mondo digitale: due realtà verso lo stesso futuro

Per chi se lo stesse chiedendo, Tencent è la società che sta dietro WeChat. Cosa succede con una collaborazione così delicata come quella con Lego, che si occupa dei minori? Lego è partner dell’Unicef, ragion per cui anche l’azienda cinese dovrà adottare una politica che garantisce che i moderatori impediranno l’uso improprio dei prodotti digitali di Lego e che i genitori avranno accesso ai pannelli per controllare il gioco dei loro figli.

Ci sono strategie attualmente in sviluppo. Il primo passo sarà quello di produrre una “zona video” sulla piattaforma esistente di video che possiede appunto Tencent.

Un altro progetto è quello di sviluppare una sorta di strumento online, che permetterà ai bambini di ricreare le loro creazioni di mattoncini online, chiamato Lego Boost.

La Cina rappresenta infatti l’apertura verso l’esplorazione di contenuti digitali e la svolta dai pezzi materiali ai giochi elettronici.

Infatti è già disponibile Lego Life, un social network basato sul gioco tradizionale, presente su iOS App Store e Google Play.
Ma la collaborazione tra l’azienda danese e Tencent si pone lo scopo di creare sempre più giochi online, di tutte le forme e le dimensioni.

Leggi anche: Lego e Nasa: il successo dei modellini delle donne nello spazio

Lego sta quindi espandendo il suo mercato, tentando un approccio nuovo e più innovativo rispetto alla sua tradizione storica. La mission resta però la stessa: creare giocattoli divertenti e sicuri per tutti i bambini del mondo.

Se vi state chiedendo perché un colosso dei giochi come il gruppo danese ha deciso proprio adesso di espandersi nel settore digitale, ecco spiegato il motivo: oltre ad una spinta propulsiva e la volontà di affermarsi in altri settori di giochi, Lego ha registrato il suo primo calo di vendite in lo scorso a settembre, dopo un decennio di crescita. La partnership con Tencent arriva al momento giusto, nel quale i prodotti ludici digitali si stanno espandendo con successo in un mercato, rivolto all’infanzia, sempre più digitale.

Lego_tencent

CONDIVIDI
Roberta Montella
Leggere le piace, scrivere ancor di più. Dopo due Università, un Master e numerose redazioni, è Content Editor di Business.it, un portale che esprime tutta la sua curiosità per i nuovi media e l’innovazione tecnologica. Adora il cinema, odia la superficialità. Usa la tastiera come tappeto magico per esplorare a fondo l’intero mondo digitale.