little-caesars-robot

Little Caesars: ha ottenuto il brevetto per un robot pizzaiolo

È difficile temere la rivoluzione dei robot quando arrivano con la pizza. Little Caesars Enterprises Inc. è la terza più grande catena di pizza negli Stati Uniti, dietro Pizza Hut e Domino’s Pizza è stato oggi rilasciato un brevetto per un robot progettato per aiutare a montare pizze, il che significa che la vita sta diventando molto più facile (o molto più difficile, a seconda della prospettiva) per spargitori di formaggio umano sfortunati.

Il brevetto mostra un dispositivo a forma di piano cottura, con stazioni per diversi compiti di produzione della pizza. Il robot preleva una teglia con l’impasto della pizza, distribuisce salsa, formaggio e peperoni nelle giuste proporzioni.

Leggi anche: Come saranno i robot del futuro: riusciranno a pensare

Il robot pizzaiolo

Secondo la spiegazione della società, nel brevetto, il robot libererebbe Little Caesars dalla noia dei compiti ripetitivi e consentirebbe loro di “svolgere altri compiti a valore aggiunto”. Presumibilmente è lo stesso pensiero che ci ha dato Flippy, il robot che lancia l’ hamburger. Inoltre, contribuirà a migliorare l’efficienza, garantendo una pizza di qualità più costante a una velocità più elevata.

Se Little Caesars ha utilizzato il suo nuovo brevetto impiegando un esercito di robot per pizza nei suoi ristoranti, segnerà l’ennesimo passo avanti per l’automazione nella ristorazione informale. A giudicare dalle foto dei brevetti, il robot proposto da Little Caesar è in grado di gestire l’intero processo di assemblaggio della pizza, consegnando un prodotto finito a un essere umano che potrebbe metterlo a buffet o inserirlo in una scatola per la consegna.

Little Caesar non è la prima azienda a creare un sistema automatico di assemblaggio della pizza. Zume Pizza nella Silicon Valley utilizza robot per allungare l’impasto della pizza, aggiungere la salsa e passare le torte nel forno. Tuttavia, avevano ancora bisogno degli umani per aggiungere i condimenti, qualcosa che il robot di Little Caesar è in grado di fare da solo.

Ottimizzare ciò che i clienti amano

Questo brevetto mostra che le catene di fast food stanno cercando di ottimizzare ciò che i clienti amano. L‘uso della robotica nel processo di produzione della pizza dimostra che Little Caesars sta cercando di ottenere un vantaggio sulla concorrenza facendo appello al desiderio del cliente: velocità e prezzi bassi – e riducono ciò di cui si preoccupano: chi (o cosa) sta cucinando il cibo.

Questo nuovo brevetto di Little Caesars non significa necessariamente che un robot che produce pizze arrivi nel proprio quartiere in qualunque momento, o addirittura che arriverà del tutto. Eppure, è un segno eccitante per chiunque odia cucinare, ma ama mangiare la pizza. Il suo uso diffuso potrebbe significare una cucina più efficiente, e il tempo libero per i dipendenti di concentrarsi sul servizio clienti – oltre a ridurre il costo di una pizza.

Leggi anche: Intelligenza artificiale: i robot nel mondo del lavoro

Questo robot potrebbe essere l’inizio della fine?

In una prospettiva molto più grave sul futuro, questo robot per pizza potrebbe essere l’inizio della fine per gli umani che lavorano in cucina. Se un robot può svolgere gli stessi compiti di un essere umano e vivere secondo standard simili a una frazione del costo, dov’è il bisogno di un essere umano? Fondamentalmente, quello che stiamo cercando di dire è che se lavori da Little Caesars, il robot per la pizza inizia a intromettersi nel proprio lavoro quotidiano, quindi il nostro lavoro è in bilico? 

Leggi anche: Robot del futuro: Avatar muove i primi passi

CONDIVIDI
Valentina Samà
Progettare, creare e stupire è la sua passione. Dopo il diploma di Grafico Pubblicitario e varie esperienze in Digital Marketing and Social Media Marketing, diventa content editor in Business.it. Ama l'arte e il disegno e scrivere sarà la sua nuova sfida.