Tecnologia

Microsoft: realizza case sugli alberi per i suoi dipendenti

Sì sa, le case sull’albero hanno un fascino unico. Chi non ha mai sognato almeno una volta nella vita di vivere su una casa sull’albero? Lavorare in mezzo alla natura, in una casa sull’albero è incredibile, quasi da provare invidia per i dipendenti Microsoft, ai quali è stato messo a disposizione un insolito spazio di lavoro, alcune splendide case sull’albero immerse nel verde. Un ufficio davvero originale: è quello che la Microsoft ha fatto costruire per i suoi dipendenti nel suo quartier generale di Redmond. Si tratta di tre casette immerse nella natura, issate su un albero. La casa è stata realizzata da Pete Nelson, che conduce il programma Treehouse Masters sul canale Animal Planet. Secondo quanto riferita dall’azienda, la casa è stata costruita durante l’estate, scatenando molta curiosità tra i dipendenti, ancora ignari di cosa si trattasse. La casa sull’albero sarà a tutti gli effetti un ufficio, e non uno spazio per bambini o una ludoteca. Per raggiungerli occorre fare una piacevole passeggiata all’aria aperta su una rampa di accesso rialzata e accessibile. Nella parte superiore, un cancello di legno si apre e rivela un ponte sospeso da travi di legno. Nell’area aleggia un profumo di menta e pino mentre due tende da sole sporgono dai tronchi degli alberi, offrendo ombra ai dipendenti.

microsoft-case-sugli-alberi

Leggi anche: Microsoft, un data center al centro dell’oceano: ecco perché

Un tocco più umano al posto di lavoro

“Una recente ricerca ha rivelato che stare immersi nella natura aumenta la creatività, la concentrazione e la felicità”. Lo dice Microsoft – tra le più importanti aziende d’informatica al mondo – che ha così deciso di costruire tre case sull’albero per i suoi dipendenti nel quartier generale di Redmond, a Washington. Non si tratta di luoghi di ristoro ma di un vero e proprio posto di lavoro dotato di wi-fi, prese elettriche e sale riunioni e tutto attorno ci sono le fronde degli alberi e il canto degli uccellini. A dominare la scena però è un abete di Douglas, al cui interno si trova una sala riunioni. Lo scopo quindi è incrementare la creatività e la capacità di concentrazione dei dipendenti, perché varie ricerche scientifiche hanno dimostrato che queste abilità aumentano se siamo in mezzo alla natura. Migliora anche la felicità, elemento tutt’altro che trascurabile. La natura innesca nel nostro cervello una sorta di meccanismo di ricompensa, allontanando lo stress. Ciò significa livelli di cortisolo più bassi, battito cardiaco e pressione sanguigna più bassi e una migliore risposta immunitaria.

 “La prima cosa quando entri nello spazio è che tutti sono veramente tranquilli. Smetti di parlare e sei solo presente”, ha detto Boulter, il progettista. “È affascinante. Le persone assorbono l’ambiente e cambiano la percezione del loro lavoro”. L’idea degli uffici sugli alberi, evoluzione concettuale della tradizionale casa sull’albero, fa parte di un progetto più ampio che intende edificare spazi di lavoro alternativi per incoraggiare le persone assunte da Microsoft a escogitare approcci lavorativi nuovi. Sostanzialmente, verranno progressivamente costruiti ambienti all’aria aperta, connessi telematicamente gli uni con gli altri, e poi ogni dipendente sarà libero di svolgere le proprie mansioni dove crede, fatti salvi eventuali limiti operativi. 

microsoft-case-sugli-alberi

Leggi anche: Microsoft: raddoppia l’investimento nello sviluppo di videogiochi

Una casa che stimola la creatività e la felicità, ecco come appare

“I soliti suoni aziendali di porte che sbattono, teleconferenze e tacchi sul cemento si dissolvono. Un vento autunnale spazia tra i rami color smeraldo. Di tanto in tanto, una pigna cade sul ponte con un tonfo leggero. Un improvviso rumore rompe il dolce silenzio mattutino: uno scoiattolo che si arrampica per la colazione carica tra le braccia della cicuta vicina e del cedro rosso occidentale. Benvenuti in un nuovo tipo di spazio di lavoro che aiuta i dipendenti a trarre beneficio dal potente impatto della natura su creatività, concentrazione e felicità” si legge sul sito ufficiale. Sospesa a circa 3,5 metri da terra, la casa sull’albero numero 1 è caratterizzata da pareti in legno e un soffitto dotato di un lucernario rotondo che lascia entrare solo una bolla di luce. Una doppia porta ad arco intagliata a mano si apre al passaggio del badge.

La fragranza del cedro grezzo è istantanea. All’interno della piccola stanza si trova un semplice tavolo da con sedili color ruggine. Sono presenti anche della panchine di legno lungo le pareti in legno riciclato. Un’ampia rete Wi-Fi esterna consente ai dipendenti di spostarsi liberamente da una parte all’altra; ogni panchina è resistente agli agenti atmosferici e ha una presa di corrente elettrica. È presente anche una caffetteria interna, con un ristorante incorporato in un container. Sono state realizzate inoltre delle superfici tattili per aiutare le persone non vedenti o ipovedenti a spostarsi con facilità. Molti materiali sono locali o recuperati. Microsoft ha reso questo sogno realtà ai suoi dipendenti e noi auspichiamo che tante altre Aziende in Italia, in Europa e nel mondo seguano questo esempio di originalità.

Leggi anche: Tecnologia: Alphabet, Amazon, Apple e Microsoft stanno scuotendo l’assistenza sanitaria