Microsoft Translator aggiornamento, l'app funzionerà anche offline

Microsoft Translator aggiornamento, l’app funzionerà anche offline

Se hai bisogno di un’applicazione di traduzione sul tuo telefono mentre viaggi la soluzione sta per arrivare: è Microsoft Translator che da oggi dà il via alla versione Beta che funzionerà anche offline. Avrai a disposizione le funzioni di traduzione quando è probabile che tu non abbia alcuna connettività. Sebbene la maggior parte delle applicazioni di traduzione funzionino ancora quando sono offline, queste non possono utilizzare gli algoritmi di apprendimento automatico sofisticati. Fino ad ora, questo era anche il caso per l’app Microsoft Translator su Amazon Fire, Android e iOS, ma a partire da oggi, l’app eseguirà una traduzione leggermente modificata in modalità offline (sebbene gli utenti iOS dovranno ancora aspettare qualche giorno, poiché l’aggiornamento deve ancora essere approvato da Apple). La cosa più interessante è che Microsoft sarà in grado di farlo praticamente su qualsiasi telefono moderno e che non sarà necessario un chip AI personalizzato.

Microsoft Translator offline: “Qualità migliore”

Arul Menezes di Microsoft spiega a TechCrunch che questi nuovi pacchetti di traduzione risultano essere “drammaticamente migliori” e forniscono una “versione” molto più umana di quelli vecchi, che si basava su un approccio più arcaico per le traduzioni automatiche, superato di gran lunga dai sistemi basati sull’apprendimento automatico. I pacchetti linguistici aggiornati (che occupano solo circa la metà dello spazio di quelli vecchi) sono ora disponibili per arabo, cinese semplificato, francese, tedesco, italiano, giapponese, coreano, portoghese, russo, spagnolo e tailandese, con altri che seguiranno nelle prossime settimane. Menezes ha detto che Microsoft ha prima provato questa traduzione su dispositivo con Huawei, che ha iniziato a includere il suo co-processore di intelligenza artificiale in casa nei suoi telefoni Mate 10 e Honor 10 lo scorso anno. Ora, tuttavia, grazie a ciò che Menezes ha definito “un sacco di attenta progettazione”, il team è in grado di eseguire questi modelli su telefoni senza hardware AI dedicato.microsoft top 5 aziende digitali

I vantaggi di Microsoft Translator

Certo, il device mobile è ancora un po’ limitato rispetto a un data center, e per questo il team ha anche ristretto un po’ i modelli: cosa significa? Se sei offline è probabile che vedrai ancora alcune traduzioni che non sono proprio giuste rispetto a quando sei online. Microsoft, però, promette che la differenza di qualità tra la traduzione online e quella offline sarà malapena evidente. “Il divario tra la traduzione offline e la qualità di traduzione precedente presente con i nostri modelli precedenti è enorme”, ha affermato Menezes, che non ha mancato di confrontare la qualità dei servizi di traduzione di Microsoft con quelli di Google. Con questo aggiornamento, Microsoft sta rendendo disponibili queste funzionalità offline anche ad altri sviluppatori di app su Android che desiderano utilizzarle nelle proprie app (ad un prezzo, ovviamente). Queste app possono richiamare l’app Microsoft Translator in background, ottenere la traduzione e visualizzarla ai propri utenti.

Leggi anche: Microsoft annuncia Azure Sphere

CONDIVIDI