Vai al contenuto

Myrta Merlino nella bufera, le accuse dei colleghi di La7: “Comportamenti incivili e maleducati”

Myrta Merlino è nei guai. Contro la conduttrice del talk show di La7, L’aria che tira, si schiera infatti buona parte della redazione della tv di Urbano Cairo. Secondo quanto si legge in un comunicato sindacale della RSU La7, infatti, la giornalista si sarebbe macchiata di gravi comportamenti nei confronti di colleghi e altri dipendenti dell’emittente. I toni utilizzati contro la Merlino sono durissimi. Per il momento però la diretta interessata non rilascia alcun commento.

Myrta Merlino

Il sindacato, secondo quanto si apprende, non avrebbe fatto altro che raccogliere le lamentele di diversi dipendenti di La7. Secondo le accuse Myrta Merlino non solo avrebbe contribuito a rendere l’ambiente di lavoro ostile a causa dei suoi atteggiamenti ritenuti sgradevoli nei confronti dei colleghi. Ma la giornalista avrebbe anche condizionato le turnazioni dei lavoratori e si sarebbe spinta addirittura fino a influenzare il prolungamento o meno dei contratti degli altri lavoratori della tv.

“La RSU, nell’incontro sindacale del 30 novembre, ha riportato all’Azienda le numerosissime segnalazioni pervenute da parte dei lavoratori sull’atteggiamento della giornalista Myrta Merlino conduttrice del programma L’Aria che Tira. – così si legge nel comunicato pubblicato l’1 dicembre dal sindacato di La7 e reso noto da Fanpage – II volto di rete frequentemente adotta nei confronti dei colleghi e del personale in appalto comportamenti incivili e maleducati”.

Secondo le accuse, inoltre, Myrta Merlino “influenza la possibilità di prolungare contratti di personale specializzato che lavora professionalmente nella nostra azienda e condiziona le turnazioni del personale interno con motivazioni che non possono essere considerate né di tipo professionale e né di tipo etico. La RSU esprime la sua ferma contrarietà nei confronti del comportamento della conduttrice ed auspica che dopo questa formale segnalazione vengano finalmente adottate le necessarie misure da parte dei vertici aziendali al fine di ripristinare il corretto rapporto individuo-Azienda e di ristabilire il giusto clima lavorativo, ad oggi deteriorato”, si conclude la nota.

Potrebbe interessarti anche: Myrta Merlino critica lo spot di Forza Italia sulle casalinghe: “Non ho parole”