Tecnologia

Opera Touch, ecco l’alternativa a Safari su iPhone

La compagnia di navigazione Opera è tornata a fare ciò che sa fare meglio, ovvero offrire alternative meravigliosamente progettate rispetto ai browser di Google e Apple che tutti utilizziamo come Chrome, Safari, Firefox ed Edge.

Proprio questa settimana la società ha portato il proprio browser, ”Opera Touch” su iOS per offrire ai possessori di iPhone una nuova alternativa al browser Safari di base.

L’app è stata lanciata per la prima volta lo scorso aprile, inizialmente solo per Android, ma come già notato allora, è riuscita a reinventare molti dei paradigmi consolidati per funzionare bene su schermi mobile e che magari non presentano un pulsante home, cosa che sta diventando costante su ogni dispositivo premium del mercato attuale.

Leggi anche: Miglior browser 2018: qual è il browser più sicuro per la privacy

browser-migliore-privacy

Opera Touch: le novità

Opera Touch for iOS sarà particolarmente interessante per i possessori di iPhone X o dei nuovi dispositivi come iPhone XR di Apple XS, iPhone XS Max e per tutti i prossimi iPhone, poiché il nuovo browser è stato ottimizzato per l’uso con una sola mano. Vale a dire che riesce ad utilizzare la stessa interfaccia utente, elegante, vista sull’app Android, consentendo di aprire o chiudere le schede, passare alla ricerca, tornare indietro o avanti, tutto utilizzando una barra dei menu situata nella parte inferiore dello schermo. Una cosa che manca, almeno per ora, è la gestione più completa dei segnalibri.

L’app include anche la tecnologia ‘Flow’ di Opera: questa innovazione consente all’utente di passare collegamenti, immagini e note dal proprio telefono ad un browser Opera sul proprio computer utilizzando una connessione “sicura e privata”.

Per chi già conosce o utilizza frequentemente il browser Opera, saprà che è dotato di blocco degli annunci incorporato e la solita protezione della società da parte di cryptojacking: questo è il processo di hacking e di utilizzo della CPU per facilitare l’estrazione della crittografia da qualcun altro.

Leggi anche: Miglior browser internet 2018: i più usati

browser-migliore-privacy

Le caratteristiche ineguagliabili

Per coloro che invece non conoscono ancora Opera Touch, il browser dell’omonima società è partito in sordina circa cinque mesi, prendendo alcune idee dal browser desktop sperimentale Opera Neon della compagnia e confezionandolo in un pacchetto altamente utilizzabile per Android, con una versione iOS disponibile dal 1 ottobre.

Non è tanto l’innovazione che conta, quanto che il browser  sia stato appositamente progettato con l’idea di mettere l’utente al primo posto. Si vede infatti dai piccoli tocchi, da come si mette il commutatore di tabulazione e si accede ai segnalibri nella parte inferiore della pagina, in modo da non dover allungare troppo le dita per raggiungere di nuovo la parte superiore dello schermo (evitando di usare entrambe le mani).
Gli utenti di Safari avranno sicuramente familiarità con l’accesso a queste funzionalità nella parte inferiore dello schermo, ma sui principali browser Android, di fatto è tutt’ora assente.

Quando infatti si tiene premuta l’icona, il pulsante “azione rapida” dà anche un facile accesso alle  schede e con un semplice tocco consente di avviare rapidamente una ricerca o digitare un URL.

Abbiamo spostato le funzioni chiave del browser a portata di mano“, ha dichiarato Maciej Kocemba, product manager di Opera ad aprile.  Ciò significa che, a differenza della maggior parte degli altri browser, si può navigare e cercare più facilmente sul Web anche quando siamo in movimento.”

Tutto sommato, sul browser Opera Touch vale la pena di fare un giro soprattutto se si dispone di nuovi dispositivi senza pulsante home di Apple e cercare un’alternativa al browser Safari pre-caricato. Altre opzioni potrebbero invece includere Google Chrome, recentemente ridisegnato per il suo decimo anniversario, nonché Mozilla, UC Web, Dolphin e Brave. A voi la scelta.