Tecnologia

Ricariche telefoniche: al via la partnership tra Paymat e Tinaba

Senza costi aggiuntivi, e senza mettere mano al portafoglio: da oggi tutti gli utenti di Tinaba, grazie alla partnership con Paymat, possono acquistare ricariche telefoniche direttamente dalla App. Milano, 20 giugno 2018. Senza attese e senza inserire ogni volta il numero della carta di credito: grazie alla partnership siglata con Paymat, la piattaforma del gruppo SNAITECH per servizi a valore aggiunto, con Tinaba è possibile acquistare le ricariche telefoniche direttamente via App tramite smartphone, senza costi di commissione e in ogni momento del giorno.

TIM, Vodafone, Wind, Tre, Poste Mobile, Fastweb, Tiscali e altri ancora: sulla App Tinaba sono oggi disponibili le ricariche dei principali operatori presenti sul mercato, a partire da un minimo di 5 fino a un massimo di 250 euro a seconda dell’operatore scelto. I tempi di attesa sono azzerati: la ricarica viene accreditata dopo aver fatto “tap” sulla conferma di pagamento. Per se stessi, per un amico, per i figli in vacanza: con Tinaba è possibile acquistare le ricariche per qualsiasi numero presente in rubrica, con la possibilità di memorizzare lo storico delle ultime ricariche effettuate, velocizzando così le operazioni successive verso i numeri di telefono preferiti. Non si ferma la corsa ai pagamenti digitali in Italia, che solo nel 2017 hanno superato i 220 miliardi di euro di valore delle transazioni (dati Osservatorio Mobile Payment & Commerce del Politecnico di Milano): in questo senso, l’accordo di Tinaba e Paymat rappresenta un importante passo in avanti verso la diffusione di una nuova generazione di servizi innovativi nella gestione del denaro.

tinaba-paymat-app

Leggi anche: Lookout: nuova app di google che aiuterà i non vedenti

Paymat

Nata nel 2006, la piattaforma Paymat, che per il Gruppo SNAITECH gestisce la distribuzione dell’offerta dei servizi di ricarica e pagamento, oggi conta una rete di oltre 7000 punti vendita affiliati in tutta Italia. Consente la gestione di un articolato sistema di ricariche (telefoniche Nazionali e Internazionali, Tv, carte di credito prepagate, Postepay, gift card) e l’apertura e il deposito di conti di gioco SNAI. Inoltre permette di acquistare e-Voucher (Paysafecard), titoli di Viaggio Flixbus ed effettuare ricariche per i servizi postali Clicca&Posta, che consentono l’invio di raccomandate, prioritarie e telegrammi, nonché il servizio di pagamento di bollettini MAV e RAV, pagamento utenze cbill, PagoPa e Bolli Auto.

tinaba-paymat-app

Leggi anche: Instagram lancia l’app IGTV, caricamenti video da 1 ora

Tinaba

Tinaba è molto più di un digital wallet: è la prima app che consente di pagare, condividere, inviare e ricevere denaro in modalità social, trasparente e senza costi di commissione. Le forza di Tinaba è rappresentata dalla semplicità: tutte le sue funzioni sono accessibili in pochi tap e sono totalmente gratuite, ovunque, per tutti, per sempre.

Pensata con l’obiettivo di mettere in connessione le relazioni umane con le esigenze economiche e le abitudini – di consumo e di risparmio – delle famiglie e dei giovani, Tinaba rappresenta un nuovo modo di relazionarsi col denaro, agli altri e agli acquisti.

Tinaba, il cui capitale è attualmente detenuto da Sator Private Equity Fund – il fondo promosso da Sator S.p.A. – è attiva in Italia grazie ad un accordo in esclusiva siglato con Banca Profilo. Si basa su una tecnologia italiana abilitante, che rende i servizi offerti distintivi e completamente nuovi rispetto a quelli già esistenti sul mercato.

Leggi anche: Apple: il prossimo aggiornamento per i Mac si chiama Mojave