Servizi di pagamento: ProcessOut sceglie online il migliore per te

ProcessOut è una startup francese estremamente innovativa in ambito pagamenti. É infatti capace di indirizzare in automatico le transazioni verso il miglior fornitore di pagamenti.

Qual è il vantaggio? In questo modo i grandi servizi online possono iniziare ad utilizzare anche più fornitori di pagamenti, pagando meno tasse, in quanto il numero di transazioni rifiutate si riduce.

La start up ha già raccolto quasi 1 milione di dollari di finanziamento e gode del supporto di Techstars e di altri 50 partner.

In effetti ProcessOut si comporta come un team come quelli che lavorano per Datadog, BlaBlaCar o Vente-Privée.

Infatti, se guardiamo aziende come Airnb e Dropbox e al modo in cui gestiscono i pagamenti, queste società sono in grado di contare su dalle 10 alle 15 persone che lavorano a tempo pieno per ottimizzare le prestazioni tecniche ed economiche di pagamento.

startup falliteLeggi anche: Migliore conto bancario online: Penta, per startup e piccole e medie imprese

Vantaggi? Innanzitutto il risparmio

ProcessOut è innovativa perché produce un servizio di routing intelligente, che è in grado di funzionare con decine di fornitori di pagamento. I maggiori clienti di ProcessOut l’hanno scelta perché riescono effettivamente a risparmiare molti soldi, ed è questo l’obiettivo a cui mirano.

In realtà oggi esistono molte piccole start up che hanno iniziato ad accettare pagamenti iscrivendosi ad un fornitore di pagamenti come Stripe o Braintree. Ma il risultato non è certo quello sperato, soprattutto se si ha la necessità di elaborare milioni di transazioni l’anno. L’ottimizzazione crea una certa importanza, ed è quello che ProcessOut vuole offre ai suoi clienti.

Inoltre il suo scopo è allargare il portafoglio clienti:  prendiamo in considerazione chi ha già fornitori propri sui servizi di pagamento, come ad esempio le banche. Risultano sicuramente più economici dei servizi alternativi, ma spesso falliscono a causa di un motivo tecnico o perché la banca ha ritenuto la transazione troppo rischiosa.

Leggi anche: UALA.IT, startup leader in Italia, amplia il suo marketplace anche in Spagna, Portogallo e Grecia

startup

ProcessOut propone due servizi innovativi

ProcessOut si pone come l’alternativa vincente. In primo luogo ha creato due servizi: Telescopio, che consente di monitorare tutte le transazioni e fornire consigli utili, ad esempio può indicare quando si sta pagando un prezzo troppo alto per una transazione in quello stato e se il tasso è aumentato o diminuito. Questo servizio è completamente gratuito.

Inoltre, la start up francese ha creato un proprio modulo di checkout. A cosa serve?  Per fare da intermediario tra il cliente e i fornitori dei servizi di pagamento, in quanto c’è la possibilità di memorizzare le informazioni della carta di credito, il che rende più facile passare a un nuovo fornitore di servizi di pagamento.

I clienti che hanno scelto ProcessOut per le transazioni dei loro pagamenti potranno quindi far gestire il proprio servizio a più fornitori e lasciare che l’avvio gestisca i pagamentiLa transazione richiede solo pochi centesimi, il che rappresenta meno del 10% di ciò che si risparmia su commissioni e transazioni fallite. Affidarsi al ProcessOut deve valerne davvero la pena.

Leggi anche: Stipendio, addio contanti: pagamento solo con bonifico dal 1° Luglio 2018

bonus-pubblicità testate online 4

CONDIVIDI
Roberta Montella
Leggere le piace, scrivere ancor di più. Dopo due Università, un Master e numerose redazioni, è Content Editor di Business.it, un portale che esprime tutta la sua curiosità per i nuovi media e l’innovazione tecnologica. Adora il cinema, odia la superficialità. Usa la tastiera come tappeto magico per esplorare a fondo l’intero mondo digitale.