Tecnologia

Smartphone: fotocamera a scomparsa, una tendenza in ascesa

Oppo Find X, il nuovo flagship del colosso cinese degli smartphone, arriva in Italia dopo l’estate. Oppo Find X, è il primo nuovo smartphone della serie Find di Oppo. Lo smartphone è stato presentato ad un evento dedicato il 19 giugno, al Museo del Louvre a Parigi. Particolarità del Find X di Oppo è il blocco motorizzato che ospita le tre fotocamere (è doppia quella posteriore) e altri sensori, quindi spunta fuori quando serve, in automatico quando si apre l’applicazione Fotocamera o quando bisogna sbloccare il telefono tramite il riconoscimento facciale. Questa, quanto meno, sembrerebbe essere l’ultima tendenza del momento, lanciata dai cinesi di Vivo e cavalcata dai compatrioti di Oppo. Nel corso di un evento tenuto in quel di Parigi, infatti, è stato presentato l’Oppo Find X, dispositivo futuristico che potrebbe mostrare come potrebbero essere gli smartphone top di gamma dal prossimo anno.

l’Oppo Find X presenta un sistema a scomparsa sia per la fotocamera anteriore sia per quella posteriore: in questo modo obiettivi e sensori saranno sempre protetti, anche se resta qualche dubbio sulla resistenza del meccanismo che attiva le fotocamere. Al di là di queste “sottigliezze”, l’Oppo Find X si candida a essere uno dei migliori smartphone del 2018, sia sul fronte del design che su quello delle caratteristiche tecniche.

oppo-fotocamera-a-scomparsa

Leggi anche: Chiave digitale: uno smartphone per sbloccare qualsiasi modello di auto

La nuova fotocamera di Oppo

Questa innovazione è stata possibile grazie all’introduzione di un modulo motorizzato a scomparsa che include la fotocamera frontale (25 megapixel) con diverse funzioni per selfie e modalità ritratto, mentre accanto troviamo il sensore per il riconoscimento facciale 3D. E le due posteriori (rispettivamente 16 e 20 megapixel), tutte potenziate da Intelligenza Artificiale dedicata al miglioramento degli scatti in ogni condizione di luce. L’alloggio delle fotocamere impiega circa 0,5 secondi per aprirsi e chiudersi. Come facciamo ad aprire il riconoscimento facciale se il telefono non ha fotocamera in vista? Semplice, sulla schermata di blocco basta scorrere con il dito verso l’alto per far uscire il comparto fotografico dal suo alloggio, mentre per scattare foto con le fotocamere posteriori basterà lanciare l’app-fotocamera.

oppo-fotocamera-a-scomparsa

Leggi anche: Dispositivi misurazione pressione: adesso basta uno smartphone

Specifiche tecniche

Riguardo alle specifiche tecniche, le novità introdotte dal produttore cinese sono molto limitate. L’Oppo Find X, infatti, ha le stesse specifiche tecniche di altri top di gamma usciti negli ultimi mesi, OnePlus 6 e Vivo Nex S in testa. All’interno della scocca troviamo il processore Snapdragon 845 di Qualcomm supportato da 8 GB di RAM e da 256 GB di spazio di archiviazione. L’Oppo FInd X ha una batteria da 3.750mAh con sistema di ricarica veloce VOOC, abbastanza simile al Dash Charge usato da OnePlus. Per quanto riguarda il sistema operativo Find X gira con Android 8.1 Oreo personalizzato con la variante Color di Oppo. L’aspetto più interessante delle caratteristiche tecniche, però, è rappresentato dallo schermo, un display OLED da 6,4 pollici senza notch che copre oltre il 90% della superficie frontale del dispositivo. Un vero e proprio unicuum nel settore, destinato probabilmente a essere imitato nei mesi a venire.

Leggi anche: Apple: le migliori app per iPhone di tutti i tempi