Start Up & Imprese

Startup: torna in Italia Beesy, la piattaforma online per liberi professionisti

Si chiama Beesy la nuova startup fintech guidata da Matteo Concas che è stato general manager di N26 per l’Italia e che oggi assume la carica di Ceo di questa nuova realtà creata da finleap, che è una sorta di fabbrica di startup fintech che ha sede a Berlino, e ora anche a Milano. Una soluzione digitale di gestione finanziaria pensata per le micro imprese e i liberi professionisti. Il nuovo ecosistema per servizi di open banking e Fintech in Italia. Sostanzialmente, dunque, Beesy sarà un portale dove imprenditori e liberi professionisti potranno accedere alle migliori soluzioni digitali per la gestione delle finanze, con servizi bancari multipli, strumenti contabili, pagamenti, analisi, ma anche consulenza fiscale grazie a una rete di consulenti che interagiscono direttamente con i clienti tramite la piattaforma.

Grazie all’integrazione con Fabrick, Beesy sarà anche in grado di collaborare con diverse banche, a partire da Banca Sella. Altri istituti bancari si uniranno nei prossimi mesi fino a quando la norma PSD2 aprirà completamente la connessione a tutte le banche italiane. La startup ha sede a Milano presso gli uffici di finleap Italia. “Finora, finleap è stata attiva all’estero solo attraverso le società in portafoglio”,afferma Ramin Niroumand, co-fondatore e CEO di finleap. “Beesy è la prima startup di finleap costruita al di fuori della Germania. Questo progetto milanese è un passo importante per fare business all’estero verso un futuro ancor più internazionale”.

startup-beesy-italia

Beesy per i liberi professionisti

È quindi chiaro il posizionamento di Beesy che si rivolge ai liberi professionisti e le imprese individuali i quali possono ora contare sui servizi che la piattaforma offre per la gestione finanziaria digitale che facilita la contabilità e le operazioni bancarie e protegge i suoi utenti dalle complessità del diritto tributario. Beesy lancia ora una fase sperimentale per coinvolgere i primi clienti e fornire le prime funzionalità a liberi professionisti e imprese individuali che includono la possibilità di collegare un conto corrente bancario di Banca Sella accedendo ai movimenti, disporre bonifici direttamente da Beesy, creare fatture e seguirne lo stato del pagamento, memorizzare e classificare le spese, chattare con gli esperti Beesy di consulenza fiscale e amministrativa, consentire l’accesso a Beesy anche al proprio commercialista.

Leggi anche: Avviare un’impresa: i segreti delle startup di successo

startup-beesy-italia

Inoltre nei prossimi mesi, sempre secondo quanto riportato da una nota, la fase sperimentale sarà arricchita dall’apertura di partita IVA per liberi professionisti e imprese individuali, elaborazione delle dichiarazioni dei redditi, condivisione dei documenti online con i commercialisti, notifiche automatiche, per esempio, al raggiungimento dei limiti di ricavi (forfettario), riconciliazione dei dati bancari con fatture e costi.

Leggi anche: Artificial Intelligence Startup, l’Italia è penultima in classifica: ecco perchè