investimenti-2018

Strategie d’investimento per l’anno 2018

L’anno è appena cominciato. I buoni propositi si stilano come da tradizione. E, anche in ambito economico, iniziano a delinearsi le strategie di investimento che riguarderanno i prossimi 12 mesi. Come investire, dunque? Su cosa puntare per guadagnare in modo semplice e sicuro?

Il mercato delle obbligazioni e l’equity (capitale netto), visto il rialzo dei rendimenti, viene dato per garantito. La domanda che rimane è se i numerosi paesi del mondo risponderanno con lo stesso entusiasmo o se, al contrario, dovremmo aspettarci delle sorprese.

Leggi anche: Le eccellenze agroalimentari italiane non valgono i finanziamenti UE

Partiamo dall’Europa: il nostro continente, come prevedibile, resta una delle aree preferite per gli investimenti, quindi di notevole attrattiva per tutti coloro che vogliono scommettere senza rischi.

In realtà qualche rischio c’è. La Banca Centrale Europea ha ridotto il proprio piano di quantitative easing, che ha lo scopo di stimolare la crescita economica per sostenere e rinnovare il debito pubblico, ma può causare effetti estremamente negativi. Visto che di solito i titoli di quantitative easing sono accompagnati da una riduzione del tasso di interesse. Ma se lo scopo è una riduzione dell’inflazione, attraverso questi titoli va scongiurato il pericolo della deflazione.

La corsa alle obbligazioni in Europa potrebbe quindi portare a margini di crescita interessanti. Bisogna puntare tutto sugli utili crescenti e i settori dai quali si potrà beneficiare sono le infrastrutture, la finanza e i beni ciclici (Auto, beni di lusso; beni e servizi per l’industria, chimici, distribuzione, edili, tecnologici etc.).

Il paese in dubbio? L’Italia, vista l’instabilità causata dalle elezioni in primavera.

Leggi anche: Sempre più investimenti nelle startup italiane hi-tech

Gli Stati Uniti regalano positività agli investitori, data la nuova politica economica del presidente Trump e i dati macroeconomici (quelli sul Prodotto Interno Lordo (PIL), sulla Produzione Industriale, sull’inflazione, sulla disoccupazione, ecc…), che risultano in continuo miglioramento.

Il settore Tech procede a rallentatore, quindi occorre essere cauti. Esiste inoltre il rischio di cambio per quanto riguarda gli investitori europei, nel caso di svalutazione del dollaro.

investimenti-2018L’Asia è il continente più instabile, ma che potrebbe riservare delle ottime sorprese con i paesi in via di sviluppo. Non si tratta solo dei mercati di Cina e India, ma anche di tutto il Sud-Est asiatico.

L’importante sarebbe effettuare investimenti che diano la garanzia di essere coperti dal rischio di cambio. Dove investire in maniera sicura? Nei titoli ciclici e su quelli legati alle infrastrutture visto il legame con l’economia crescente. 

CONDIVIDI
Roberta Montella
Leggere le piace, scrivere ancor di più. Dopo due Università, un Master e numerose redazioni, è Content Editor di Business.it, un portale che esprime tutta la sua curiosità per i nuovi media e l’innovazione tecnologica. Adora il cinema, odia la superficialità. Usa la tastiera come tappeto magico per esplorare a fondo l’intero mondo digitale.