aereo-stratolaunch-gigante

Stratolaunch: l’aereo più grande del mondo

Un enorme aereo costruito dal co-fondatore di Microsoft, Paul Allen, si è avvicinato al volo la settimana scorsa, quando è uscito dall’hangar a Mojave, in California, e si è esercitato a rotolare giù per la pista, raggiungendo una velocità massima di 46 miglia all’ora.

Lo Stratolaunch sta diventando l’aereo più grande del mondo. L’anno scorso, l’imprenditore Paul Allen ha rivelato che l’aereo avrà un’apertura alare massiccia di 117 metri (385 piedi), ma i dettagli dell’annuncio riguardo all’utilizzo dell’aereo, sono stati scarsi – fino ad ora. Nuove informazioni provenienti da un’intervista che Allen ha fatto con The Washington Post ha finalmente messo a fuoco lo scopo dell’aereo.

aereo-stratolaunch-gigante

Leggi anche: L’elicottero? La macchina volante del futuro

Le ambizioni di Allen

Conosciuto come Stratolaunch, l’aereo ha un’apertura alare ancora maggiore di quella del celebre occhialone Howard Hughes, ed è progettato per trasportare fino a tre razzi, legati alla pancia, a circa 35.000 piedi. Una volta in alto, i missili cadono, quindi spara i motori e consegnano i satelliti in orbita. Ma Allen ha ambizioni ancora più grandi per Stratolaunch. Invece di fare un aereo massiccio solo per essere in grado di trasportare più persone e merci in tutto il mondo, Allen vuole usare lo Stratolaunch per trasportare e lanciare uno space shuttle riutilizzabile attualmente conosciuto internamente come Black Ice.

Se costruita, la navetta spaziale avrebbe approssimativamente le stesse dimensioni dello space shuttle costruito dalla NASA e potrebbe essere lanciata da qualsiasi parte del mondo, a condizione che Stratolaunch possa utilizzare una pista abbastanza grande da ospitare l’aereo. Il Black Ice verrebbe utilizzato per trasportare i satelliti in orbita e per recarsi alla Stazione Spaziale Internazionale e forse un giorno anche persone – anche se non ci sono piani per questo nel breve termine.

Perché costruire un aereo gigante

In un’intervista esclusiva della scorsa estate, Allen e Jean Floyd, amministratore delegato della Stratolaunch System, hanno esposto i piani dell’azienda per l’aereo gigante, fornendo una risposta al perché qualcuno vorrebbe costruire un aereo con 28 ruote, sei 747 motori a reazione e un’apertura alare più lungo di un campo di calcio. “Mi piacerebbe vederci avere un sistema completo riutilizzabile e avere operazioni settimanali, se non più frequenti, ripetibili in aeroporto,” ha dichiarato Allen in un’intervista nel suo ufficio di Seattle.

Essenzialmente, lo Stratolaunch sarebbe servito come piattaforma di lancio e prima fase del lancio, mentre il Black Ice sarebbe stato nella seconda fase e proseguirà il suo viaggio utilizzando la propria riserva di carburante. Dopo la seconda fase, l’aereo atterrerà e sarà preparato per un volo futuro.

Leggi anche: Aereo supersonico: I-Plane più veloce del suono

aereo-stratolaunch-giganteIl volo spaziale umano

Ritornare al volo spaziale umano potrebbe essere una possibilità in futuro, ha detto Allen, l’imprenditore miliardario, che ha fondato Microsoft con Bill Gates e ora possiede i Portland Trail Blazers e Seattle Seahawks. Stratolaunch ha generato ogni sorta di interesse, una curiosità che per anni è stata costruita in segreto all’interno di un hangar così grande che l’appaltatore che lo ha realizzato, Scaled Composites, aveva bisogno di permessi speciali solo per l’impalcatura.

In un post sul sito web di Stratolaunch, Allen ha affermato di essere stato a lungo “affascinato dall’idea dell’esplorazione spaziale… Ma non avrei mai immaginato che, più di 50 anni dopo, l’accesso alla bassa orbita terrestre sarebbe ancora costoso, complesso e difficile. Sono determinato a cambiare questo per aiutare a massimizzare il potenziale dello spazio per migliorare la vita qui sulla Terra”. 

Il futuro di Stratolaunch

È ancora presto per dire se Black Ice sarà costruito per niente. In questo momento, tutta l’attenzione è sullo Stratolaunch. A dicembre, l’aereo ha completato il test taxi a bassa velocità, dimostrando che l’imbarcazione era in grado di sterzare e fermarsi correttamente e di poter viaggiare in sicurezza lungo la pista. Il suo primo volo di prova era stato fissato in precedenza per il 2019, anche se The Washington Post scrive che potrebbe aver luogo entro la fine dell’anno. Indipendentemente dal momento in cui si verifica il volo di prova, è sicuramente un display emozionante in cui molti si sintonizzano.

Per ora, la compagnia è focalizzata sul primo volo di Stratolaunch, che potrebbe arrivare più tardi quest’anno. Da qui poi la decisione se inseguire Black Ice nel prossimo futuro.

Leggi anche: Space X: Falcon Heavy pronto a debuttare entro fine mese

CONDIVIDI
Valentina Samà
Progettare, creare e stupire è la sua passione. Dopo il diploma di Grafico Pubblicitario e varie esperienze in Digital Marketing and Social Media Marketing, diventa content editor in Business.it. Ama l'arte e il disegno e scrivere sarà la sua nuova sfida.