Lifestyle

Tecnologia: Samsung pagherà 539 milioni di dollari a Apple

Dopo circa cinque giorni di discussioni, giovedì una giuria statunitense ha dichiarato che Samsung dovrebbe pagare $ 539 milioni a Apple Inc per aver copiato caratteristiche di smartphone brevettate, secondo i documenti del tribunale, portando una faida lunga di anni tra le società tecnologiche le sue fasi finali.

I principali rivali per smartphone al mondo sono stati in tribunale per brevetti dal 2011, quando Apple ha intentato una causa in cui gli smartphone e i tablet di Samsung hanno copiato i propri prodotti. Samsung è stata ritenuta responsabile in un processo del 2012, ma un disaccordo sull’importo da pagare ha portato all’attuale processo per il risarcimento dei danni in cui gli argomenti si sono conclusi il 18 maggio. Il verdetto porta la battaglia legale tra le aziende un passo avanti verso la fine.

Samsung è stata ritenuta responsabile nel verdetto iniziale nel 2012, e alla fine accettò di pagare $ 399 milioni a Apple, ma la Corte Suprema ordinò a un tribunale inferiore di riesaminare tale importo. Nell’ultimo processo, la giuria ha deliberato dalla scorsa settimana. Se la decisione attuale viene confermata, Samsung dovrà effettuare un ulteriore pagamento di $ 140 milioni ad Apple per completare i $ 539 milioni.

Leggi anche: Tecnologia: Apple e Samsung di nuovo in tribunale, scontro sui brevetti

La battaglia di Apple

Samsung è stata condannata a pagare Apple Inc. un importo di 539 milioni di dollari di danni, sette anni dopo l’inizio di una battaglia sui brevetti a livello mondiale. I giurati della corte federale di San Jose, in California, hanno deciso solo i danni giovedì. Apple ha cercato $ 1 miliardo nel nuovo processo, una cifra che è stata assegnata nel 2012 per diverse violazioni di brevetto relative all’iPhone. L’importo è diminuito con il passare degli anni e Samsung ha affermato che dovrebbe pagare solo $ 28 milioni questa volta. 

Era già stato stabilito che l’azienda sudcoreana violasse tre dei brevetti di progettazione di Apple – che coprono gli angoli arrotondati dei suoi telefoni, il bordo che circonda la facciata anteriore e la griglia di icone che gli utenti visualizzano – e due brevetti di utilità, che proteggono il modo in cui qualcosa funziona e viene utilizzato.

Leggi anche: Apple, sconto di 60 euro sulla sostituzione di batterie fuori garanzia

John Quinn, un avvocato di Samsung, ha detto al giudice che il verdetto non è “supportato dalle prove” e che la società avrebbe sollevato le sue obiezioni in tribunale. Apple ha dichiarato in un comunicato che il caso “è sempre stato più che altro di denaro”. “Crediamo profondamente nel valore del design, e i nostri team lavorano instancabilmente per creare prodotti innovativi che deliziano i nostri clienti”, ha affermato la società. “Siamo grati alla giuria per il loro servizio e siamo lieti che siano d’accordo che Samsung dovrebbe pagare per aver copiato i nostri prodotti”.

apple-brevetti-samsung

La domanda di base per la giuria era la seguente: Samsung deve pagare i danni in base alle vendite dei suoi smartphone o solo alle loro componenti che hanno violato i brevetti del produttore di iPhone? Ma la decisione oramai è presa, il caso è andato alla Corte Suprema degli Stati Uniti nel 2016 ed è stato restituito al giudice distrettuale degli Stati Uniti, Lucy Koh, con l’ordine di rivisitare $ 399 milioni di tale premio. Ora Samsung deve pagare altri $ 140 milioni.

Il verdetto di Apple è il terzo più grande premio della giuria statunitense nel 2018 fino ad ora, secondo i dati raccolti da Bloomberg. È il più grande riconoscimento di danni per un caso di brevetto quest’anno, seguito da un verdetto di $ 502,6 milioni che Apple ha perso in Texas a VirnetX Inc. in aprile. Mentre il verdetto non è significativo per la linea di fondo di entrambe le società. Apple ha sempre sostenuto che c’è in gioco un principio più ampio. 

Dopo che la giuria del 2012 si è schierata con Apple, l’amministratore delegato Tim Cook ha detto che la causa riguarda i valori e che la società “ha scelto l’azione legale con molta riluttanza e solo dopo aver chiesto ripetutamente a Samsung di smettere di copiare” il suo lavoro.

Anche se il mercato degli smartphone non è più in crescita, Apple e Samsung rimarranno probabilmente concorrenti per decenni a venire in nuove categorie come auto a guida autonoma, occhiali per realtà aumentata, altoparlanti intelligenti e software di intelligenza artificiale. Ora, con il nuovo processo deciso, la saga potrebbe essere finita, una volta per tutte.

Leggi anche: Apple, accordo con Volkswagen per realizzare auto senza conducente