Tecnologia

Tesla energia solare: nuova centrale elettrica in Australia

Tesla ha fatto grandi passi nel mercato dello stoccaggio di energia in Australia, ma ora sono tutti rimpiccioliti da questo nuovo progetto che vedrà l’installazione di pannelli solari e Powerwall in 50.000 case per creare la più grande centrale elettrica virtuale del mondo (di cui abbiamo già parlato qui). il nuovo progetto annunciato oggi utilizza il sistema di batterie residenziali di Tesla, il Powerwall, per creare un immagazzinamento dell’energia decentralizzato, che fondamentalmente si traduce nella creazione di una massiccia centrale elettrica virtuale.

Tesla Powerwall la batteria di nuova generazione rivoluzionaria per l’Australia che  aiuta a sfruttare al massimo l’elettricità generata dai pannelli solari è una batteria completamente integrata che alimenta la casa quando i pannelli solari non producono abbastanza elettricità per alimentare gli elettrodomestici, ad esempio la sera. Permetterà ai proprietari di pannelli solari di immagazzinare l’energia solare in eccesso prodotta dai loro sistemi, invece di trasportarla nuovamente in rete.

Sta per diventare una parte molto importante della rete elettrica del South Australia. Secondo il governo, le batterie Powerwall della società, forniranno elettricità fino a 50.000 case nei prossimi quattro anni, il che significa che ora offrono una soluzione personalizzata con accumulatore solare-batteria che consente di accedere alla potenza del sole libera e abbondante e riduce la dipendenza dai combustibili fossili. 

Le batterie di casa Tesla massimizzano l’utilità dei pannelli solari e offrono una varietà di soluzioni di backup per la fornitura di energia elettrica. Powerwall è una batteria ricaricabile agli ioni di litio progettata per immagazzinare energia a livello residenziale per l’alimentazione di riserva e l’autoconsumo della generazione di energia solare. Powerwall è costituito da un pacco batterie agli ioni di litio di Tesla, un sistema di controllo termico a liquido e un software che riceve i comandi di invio da un inverter solare. L’unità si monta perfettamente su una parete ed è integrata con la rete locale per sfruttare la potenza in eccesso e offrire ai clienti la flessibilità necessaria per attingere energia dalla propria riserva.

Powerwall immagazzina l’elettricità generata dai pannelli solari durante il giorno e la rende disponibile a casa la sera. I proprietari di casa possono sfruttare i vantaggi del solare sul tetto utilizzando lo spazio di archiviazione generato durante la notte; possono essere utilizzati come backup durante le interruzioni di corrente e anche immagazzinare elettricità dalla rete quando i tassi di elettricità sono bassi.

La potenza generata dai singoli sistemi fornirà elettricità alle case in cui sono installate, ma fornirà anche energia extra alla rete dove potrà essere distribuita in altri luoghi, se necessario. Avrà quindi la possibilità di alimentare fino a 75.000 case. La rete sarà la più grande del suo genere in qualsiasi parte del mondo, una volta completata. Questo sistema prevede una riduzione delle bollette elettriche fino al 30%. Secondo I funzionari governativi, si prevede un aumento di concorrenza che vedrà le bollette elettriche di chi non adotta le batterie di Tesla, più basse.

Leggi anche: Lanciafiamme Tesla: Elon Musk guadagna 10 milioni di dollari

Il programma è già iniziato, con un periodo di prova iniziale di 1.100 case provenienti dalle abitazioni pubbliche del Sud dell’Australia e 24.000 case aggiuntive pianificate prima che si aprano a tutti i residenti dell’Australia Meridionale. Il sistema di batterie singole è riuscito . guadagnare circa $ 1 milione in pochi giorni.

Il nuovo progetto sarà finanziato attraverso le vendite di energia ed è assistito dal governo con una sovvenzione di $ 2 milioni e un prestito di $ 30 milioni dal Fondo per le tecnologie rinnovabili. Tesla prevede di accelerare il suo sviluppo nei prossimi anni e di avere tutti i 50.000 sistemi installati entro il 2022.

Ora, questo incredibile uso del sistema è davvero specifico per il mercato energetico australiano e non ci sono molti mercati là fuori dove potrebbe essere così prezioso, ma possono certamente adattarlo a diverse scale e per diversi usi. Ma solo in Australia, ha portato alla realizzazione di molti altri progetti. Il CEO di Tesla Elon Musk ha rilasciato un’intervista durante la quale è stato informato della significativa pressione che i prezzi elevati dell’elettricità in Australia stanno mettendo sulle famiglie.

Visibilmente influenzato dal problema, Musk ha promesso che Tesla lavorerà di più per aiutare a risolvere il problema. Non molto tempo dopo, Tesla è stata scelta per costruire un’altra grande batteria in Australia e la società sta anche  collaborando con Neon nel paese, per progetti potenzialmente più grandi del sistema Powerpack originale.

Ma ora questa nuova centrale virtuale avrà un impatto ancora più grande. Detto questo,  spero che Tesla possa rapidamente accelerare la produzione di Powerwall. È già difficile per i clienti di molti mercati mettere le mani sul pacco batterie della casa e ora che Tesla è stata incaricata di inviare 50.000 unità in Australia nei prossimi 4 anni, sarà probabilmente ancora più difficile.

Leggi anche: Elon Musk detta le nuove metriche dell’economia: le leggi di mercato tradizionali sono obsolete