Start Up & Imprese

Trump, legge fiscale: le piccole e medie imprese si trovano in difficoltà

Architetti e ingegneri sono ancora dentro ma ragionieri, medici e avvocati restano fuori. Stiamo parlando delle nuove regole emanate dall’amministrazione Trump, che stabiliscono quali tipi di imprese possono ottenere una detrazione del 20% rispetto alle imposte sul reddito, in base alla recente legge fiscale.

Le proposte, emesse mercoledì scorso dal Dipartimento del Tesoro e dall’IRS, hanno lavorato per sei mesi per rendere più chiaro il progetto del Congresso. Ma come per molti aspetti della vasta legge fiscale repubblicana lanciata lo scorso anno, i requisiti per i milioni di imprese “pass-through” per ottenere agevolazioni fiscali generose sono incredibilmente complessi e difficoltosi. Perché?

Ecco un esempio: alcuni imprenditori che guadagnano determinati livelli di reddito sono esclusi, così come le società che sono organizzate in determinati modi o che noleggiano le loro attrezzature piuttosto che possederle.

Leggi anche: Ivanka Trump chiude la sua azienda di abbigliamento: ecco cosa c’è dietro

Opinioni e Commenti

Hanno tentato di tracciare linee che sono più chiare del linguaggio” della legge fiscale, ha dichiarato Andrew Howlett, un avvocato dello studio legale Miller & Chevalier, specializzato in questioni fiscali. “Ci sono ancora domande che devono ancora essere risolte per i contribuenti“.

Steven Rosenthal, senior fellow presso il centro di politica fiscale di Urban-Brookings, ha invece affermato che i nuovi regolamenti “consentono a molte aziende di dedurre il 20% e a molte altre di reclamarlo”.

Allo stesso tempo, Rosenthal riteneva del tutto inadeguate le protezioni delle regole contro gli abusi da parte delle imprese in merito alla riduzione delle tasse speciali.

Vi è preoccupazione, ad esempio, che per qualificarsi per la detrazione, gli individui lascerebbero il loro lavoro e quindi contrarrebbero i loro servizi ai loro ex datori di lavoro come appaltatori indipendenti. Ora il governo sembra aver proibito tutto ciò nelle nuove regole, secondo quanto affermato Kyle Pomerleau, direttore del Center for Quantitative Analysis presso la Conservative Tax Foundation.

Le nuove regole confermano il requisito della legge fiscale secondo cui alcuni imprenditori come avvocati, commercialisti, dottori e consulenti non possono beneficiare della detrazione completa se il loro reddito annuale supera i 157.000 dollari (per i fileristi fiscali) e i 315.000 ( per le coppie che presentano si congiuntamente). L’ammontare della detrazione da reclamare diminuisce all’aumentare degli introiti dei contribuenti. Lo stesso vale per interior designer, gestori di investimenti, terapisti e altri professionisti di simili categorie.

Leggi anche: Donald Trump: aiuterà la cinese ZTE a tornare in affari

piano fiscale trump come funzionerà

Le difficoltà delle piccole e medie imprese

Molti proprietari di piccole imprese in tutto il paese vogliono sapere se saranno vincitori o perdenti. Anche con i nuovi regolamenti, molti proprietari continueranno a rivolgersi a ragionieri fiscali e altri specialisti per ridurre la confusione.

Milioni di aziende – dal negozio di alimentari e al fioraio, fino ai grandi studi legali, agli hedge fund e alla tentacolare organizzazione di Trump, si sono organizzate come pass-through in cui i profitti delle società vengono imputati nel secchio fiscale personale dei proprietari. I proprietari pagano le tasse individuali, non aziendali, sul reddito. La stragrande maggioranza delle imprese statunitensi, grandi e piccole, sono tassate in questo modo.

Gli architetti repubblicani dedicati al piano fiscale e lo stesso presidente Donald Trump ritraevano la nuova “pass-through tax break” come un vantaggio per le imprese e per gli imprenditori di Main Street. Eppure, con lucrose partnership e società a responsabilità limitata, le tasse più basse per loro potrebbero consentire ad alcuni ricchi americani di consolidare la propria ricchezza, aumentando il divario con i meno abbienti.

Prima che la legge tributaria cambi, la maggior parte dei proprietari di pass-through erano tassati alle più alte aliquote individuali, secondo la Tax Foundation. Con il pacchetto fiscale da 1,5 trilioni di dollari, che prevede tagli drastici per le società e per gli individui facoltosi, i legislatori repubblicani hanno elaborato una legislazione nella quale hanno insistito sul fatto che i proprietari di piccole imprese dovrebbero ottenere un sistema equivalente. La legge fiscale offre quindi riduzioni più modeste per la maggior parte delle famiglie e degli individui a basso e medio reddito.

“Questa deduzione del 20 percento porterà a maggiori investimenti in società statunitensi e salari più alti per gli americani che lavorano sodo“, ha detto in una nota il segretario al Tesoro Steven Mnuchin.