jeff-bezos-donazione

Usa, Jeff Bezos dona 33 milioni di dollari ai Dreamers

La ricchezza e la filantropia. Sono due parole che spesso corrono insieme nella vita degli uomini e delle donne che gestiscono i maggiori capitali al mondo. L’ultima notizia in questo senso riguarda Jeff Bezos, il numero uno di Amazon, che pochi giorni fa è salito al primo posto della classifica di Bloomberg degli uomini più ricchi del pianeta.

Jeff Bezos, fondatore di Amazon e proprietario del Washington Post, ha annunciato che donerà 33 milioni di dollari per finanziare borse di studio destinate a giovani cosiddetti “dreamers”, giovani immigrati arrivati negli Stati Uniti da bambini e con una vita tutta da costruire intorno al sogno americano.

jeff-bezos-donazione

Leggi anche: Specchio interattivo, Amazon scende di nuovo in campo: ecco il nuovo brevetto del colosso on line

In questi giorni il tema dei Dreamer è centrale nel dibattito politico americano. Il gesto di Mr Amazon arriva infatti nel momento in cui al Congresso sono aperte le trattative per trovare una soluzione sullo status dei giovani immigrati che rischiano l’espulsione dal Paese.

Bezos e sua moglie MacKenzie doneranno la somma a TheDream.US, il programma scolastico che dal 2014 ha sostenuto più di 1700 immigrati con 19 milioni di dollari. Il denaro offerto dall’uomo più ricco del mondo permetterà di finanziare 1000 borse di studioProprio l’organizzazione annuncia oggi in un comunicato che si tratta della più cospicua donazione ricevuta fino ad ora. I finanziamenti permetteranno ai ragazzi diplomati di proseguire gli studi e frequentare il college.

jeff-bezos-donazione

In una nota diffusa da Thedream.us, no-profit la cui missione è garantire un’istruzione universitaria ai Dreamers, Bezos ha fatto riferimento al padre adottivo dicendo: «Mio padre è arrivato neglli Stati Uniti quando aveva 16 anni all’interno dell’operazione Pedro Pan. È approdato qui da solo e senza sapere l’inglese». L’arrivo del padre da Cuba ha quindi avvicinato molto Bezos e sua moglie MacKenzie alle vicende dei dreamers. «Con coraggio e determinazione e l’aiuto di alcune importanti organizzazioni in Delaware, mio padre è diventato un cittadino eccezionale e continua a restituire al Paese, che lui crede l’abbia benedetto in molti modi», ha aggiunto Bezos.

Leggi anche: Amazon e i suoi nuovi poli logistici nel Nord Italia

CONDIVIDI
Valentina Samà
Progettare, creare e stupire è la sua passione. Dopo il diploma di Grafico Pubblicitario e varie esperienze in Digital Marketing and Social Media Marketing, diventa content editor in Business.it. Ama l'arte e il disegno e scrivere sarà la sua nuova sfida.