People

3# Storie di successo: Tren Device, una favola dall'Irpinia

Tren Device è ancora una volta marchio leader nel settore re-commerce, il commercio elettronico di beni usati. A confermarlo è  il Sole 24 Ore che, dopo un’accurata indagine, ha elogiato il modo di fare impresa dell’azienda.
L’impresa irpina fondata da Alessandro Palmisano, classe ’84, esperto di marketing e di digital business, si può considerare come una delle realtà più interessanti operanti nel campo hi-tech.

Tren Device: una startup nata per gioco

Alessandro Palmisano e Tren Device
La startup di Alessandro è nata quasi per gioco in un locale di 20 metri quadrati ad Atripalda. Ma con il passare del tempo quello che era nato come uno scherzo è diventato qualcosa di molto più concreto.

Un’idea semplice

Alessandro Palmisano e la rivendita di hi-tech usato
L’idea era semplice: prendere i modelli di smartphone e tablet ritenuti obsoleti dagli utenti più esigenti, aggiustarli  portarli all’attenzione dei consumatori meno pretenziosi.
«Siamo riusciti a raggiungere ottimi risultati – afferma il fondatore di Tren Device – perché abbiamo creduto nel valore umano presente in questa terra. Dopo un vero pellegrinaggio in Silicon Valley, dove abbiamo catturato l’arte statunitense, abbiamo capito che il ciclo degli iPhone e degli iPad poteva essere allungato». Un’intuizione, questa, evidentemente rivelatasi fondata.
Viviana Bottalico

Altre storie di successo:

1# Storie di successo: Tomas Gorny, da parcheggiatore a imprenditore milionario
2# Storie di successo: Ernesto Preatoni, l’inventore di Sharm El Sheikh
4# Storie di successo: ClemenTime, quando il business nasce da una clementina
5# Storie di successo: Andrew Mason, l’ideatore di Groupon
6# Storie di successo: l’ascesa di Renzo Rosso, fondatore di Diesel
7# Storie di successo: il caso Slack
8# Storie di successo: Gianluigi Parrotto, un 22enne milionario
9# Storie di successo: l’incredibile storia di Stefano Caccavari, l’inventore di Mulinum