Lavoro

Assunzioni, le tecniche più innovative degli imprenditori

Se siete persone già inserite nel mondo del lavoro, conoscete bene cosa viene prima della tanto auspicata assunzione: il colloquio di lavoro. Quello per cui non si sa come vestirsi, come atteggiarsi, come presentare le nostre esperienze pregresse, come esprimere i nostri bisogni e le nostre aspettative. D’altronde non esiste un manuale specifico, ma solo consigli utili per cercare di non commettere errori eclatanti.

Tutto ciò rappresenta il contesto del lavoratore, ovvero di colui che cerca di essere ingaggiato.

Leggi anche: Lavoro, freelance o dipendente: ecco i pro e i contro

Nuove tipologie di assunzioni

Come si sta dalla parte di chi invece il lavoro lo offre? Come si fa a scegliere un buon candidato, ma soprattutto a realizzare la tattica giusta per assumere i pretendenti?

Capire quale persona sarà giusta per un ruolo è un vero e proprio talento: di solito il reparto risorse umane corre in aiuto, ma oggi siamo immersi nel mondo dei social e questo vale più di ogni altro contatto. Esistono numerosi siti che offrono lavoro, ma quello più importante e conosciuto a livello mondiale è senza dubbio LinkedIn. Attraverso il “social del lavoro” LinkedIn gioca un ruolo attivo, ma adesso i titolari d’azienda, e quelli che devono valutare un candidato, stanno sperimentando modi molto originali ed estremamente innovativi, seducendo fin dall’inizio chi viene selezionato.

Il sito inc.com ha selezionato tre imprenditori, dalle tattiche di assunzione a dir poco originali. Si tratta di tre giovani imprenditori, che raccontano come hanno sconvolto il classico “colloquio” di selezione rompendo tutte le regole. Ma attraverso nuovi punti di vista.

intelligenza-emotiva-lavoro

Il caso del ristorante

Il primo a raccontare la sua esperienza è Jan Bednar,  fondatore e CEO di ShipMonk, una società che si occupa di tecnologia e logistica con sede a Deerfield Beach, in Florida.

Una sera siamo andati a cena presso una steakhouse brasiliana: il nostro cameriere era un ragazzo che due colleghi conoscevano fin dal liceo, gli abbiamo detto cosa stavamo facendo e lui si è offerto di aiutarci, c’erano anche molti altri camerieri nel ristorante, e proprio lui ci ha detto che si sono trovati bene a lavorare insieme. Così  abbiamo assunto una squadra già coesa ed è stato grandioso: sono state prese quattro persone da quel ristorante part-time, poiché avevamo bisogno di più dipendenti. In questo modo ci hanno aiutato a reclutare velocemente tutta la forza lavoro che ci serviva in quel momento dal ristorante, quasi come fosse la nostra struttura di addestramento”.

Questa è la prima testimonianza: come una cena fuori può cambiare le sorti dell’azienda, poco tempo e massimo risultato.

Il caso del workshop

Ma ci sono altre originalità riguardo le assunzioni di personale. David Shanley, vicepresidente di analytics a Jama Software a Portland in Oregon, racconta la sua esperienza in proposito.

Riguardo la mia prima società, la CrowdCompass, ho offerto un corso per la creazione di app per iPhone, pubblicizzandola nei campus universitari, presso Developer Meetups, su Craigslist. La sessione si è svolta per un lungo weekend al costo di $ 400. Circa una dozzina di persone ha seguito il corso e la maggior parte dei partecipanti non aveva idea del fatto che stessimo cercando dei talenti. Così li abbiamo osservati lavorando sul campo, valutando anche il loro desiderio di apprendimento continuo. Lo abbiamo fatto per ben cinque volte e assunto due o tre persone per ciascun gruppo”. Insomma, la costanza e la voglia di mettersi in gioco imparano attraverso corsi di formazione può premiare con l’esito di ottenere un buon lavoro.

Leggi anche: Imprenditoria femminile, da Eurointerim il bando Donne e Lavoro 2018

fintech-italia-borsadelcredito

Il caso del volantino

L’ultima testimonianza di assunzioni non convenzionali arriva da Alli Webb, fondatrice di Drybar, situata nella cittadina di Irvine, in California.

Spesso incontriamo diamanti incredibili nelle nostre vite quotidiane, e volevamo un modo per avvicinare le persone in modo pacato, senza metterle a disagio, quindi abbiamo creato queste carte discrete che dicevano ‘Siamo seri. La tua personalità, l’incredibile atteggiamento che ti contraddistingue e la tua energia sono esattamente ciò che cerchiamo a Drybar. Ci piacerebbe parlarti di come puoi entrare a far parte del nostro team”. Li abbiamo dati a tutti, dovunque, dalle hostess del ristorante a qualcuno che lavora già in altre aziende. E la cosa ha funzionato”.

Imprenditori innovativi, prendete nota. Il tempo delle assunzioni convenzionali è terminato.