ecomondo

Fiera Ecomondo a Rimini: l’esempio Made in Italy di un successo globale

Il giorno dell’inaugurazione di Ecomondo, la fiera dell’ambiente che si svolge a Rimini dal 7 al 10 novembre, è intervenuto il ministro dell’ambiente Gian Luca Galletti per esprimere il suo orgoglio verso un successo green tutto italiano.
Ecomondo non è più soltanto la fiera dell’ambiente, ma l’appuntamento leader dell’economia italiana. Perché negli anni è cresciuta, fino a diventare una delle fiere più importanti nel campo dell’economia, non solo green. Qui trattiamo quella parte dell’economia che rappresenta il futuro della crescita italiana e globale. Dobbiamo crescere ancora di più e guardare all’estero, e vorrei che Ecomondo diventasse la fiera dell’economia più importante al mondo. Sono convinto sia un obiettivo alla nostra portata, visti i risultati ottenuti sino ad oggi”. 

Leggi anche: Politica italiana e green economy: i nostri esponenti non la considerano quanto dovrebbero

rimini fiera

La circular economy

Entusiasta e partecipe, il Ministro Galletti si è espresso cosi durante il taglio del nastro. Con lui a sottolineare il prestigio di Ecomondo anche Emma Petitti, assessore al Bilancio della Regione Emilia-Romagna, Andrea Gnassi, sindaco e presidente della Provincia di Rimini, e Lorenzo Cagnoni, presidente di Italian Exhibition Group.
Rimini, rappresenta il centro del mondo ambientale in questi giorni. Il sindaco Gnassi sottolinea che la città è ai vertici del turismo grazie al raggiungimento della cifra di 25 milioni di city users. Il successo dell’attuazione del modello di sviluppo sostenibile è stato concretizzato con un risanamento del mare e sul driver dei contenitori culturali.
Ben 100.000 milioni di euro di investimento per la regimentazione idraulica e, grazie alla circular economy la Fiera di Ecomondo riesce anche a creare occupazione. Ciò infatti ha creato una spinta verso le aziende emiliane e romagnole che, avendo scelto di investire nella tecnologia verde, hanno di fatto assunto di più.

Leggi anche: Il ritorno delle auto elettriche per un Europa green: incontro al vertice per abbattere le emissioni di CO2

Novità e plauso del Presidente Cagnoni

La Fiera non è solo un momento di esposizione ma anche di condivisione su idee e progetti particolarmente innovativi. Vari esempi come un macchinario che raccoglie abiti usati, senza la particolarità di avere una maniglia basculante, ma provvisto comunque di un’apertura antintrusione e di un touch screen con la possibilità di selezionare anche un buono sconto; oppure come una App che aiuta i tecnici a rilevare livelli energetici nelle scuole, misurando i consumi energetici e più in particolare la vulnerabilità sismica delle strutture scolastiche. O la pista ciclabile che indica il percorso con una scia luminosa senza il bisogno di energia elettrica, il triciclo elettrico provvisto di una vasca per la raccolta dei rifiuti e la prima compostiera mobile al mondo che riceve un rifiuto organico e lo fa diventare compost.
Il presidente di Ecomondo e di Italian Exhibition Group dichiara, pieno di orgoglio, la sua soddisfazione per l’innovazione e i risultati raggiunti dall’edizione 2017 della Fiera:  “Ecomondo continua a crescere ogni anno e a produrre innovazione, basti pensare a Key Solar, il nuovo settore espositivo sul fotovoltaico, alla Città Sostenibile con H2R. Auguro pieno successo di business alle oltre 1.200 aziende presenti qui in fiera, che attendono oltre 100.000 visitatori professionali provenienti da circa 60 paesi diversi. Il quartiere fieristico è interamente occupato dalla manifestazione e negli anni a venire dovremo pensare a creare nuovi spazi espositivi”.

Fonte: adnkronos

CONDIVIDI