Social

Social Media, le donne più connesse degli uomini

Quello tra le donne e i social media è un legame forte, più duraturo e intenso di quanto non lo sia per gli uomini.

Spesso mogli e fidanzate rimproverano i loro partner perché passano troppo tempo davanti ad uno schermo, magari giocando ai videogiochi o facendo zapping comodamente sdraiati sul divano. Ebbene, d’ora in poi non potranno più lamentarsi: secondo le statistiche sono le donne a trascorrere più tempo sui social, non solo a leggere ma anche a commentare e condividere post, ovvero a socializzare anche quando potrebbero impiegare diversamente il proprio tempo.

Leggi anche: Imprenditoria femminile, da Eurointerim il bando Donne e Lavoro 2018

Le motivazioni

I social attirano le donne con un potere che le sovrasta, attraverso un fascino del tutto inaspettato. Prima il target a cui i social si riferivano era prettamente maschile, poi col tempo la tendenza è completamente cambiata.

I motivi sono numerosi, l’Università di Buffalo a New York, ha provato a fare un test prendendo in esame 311 persone, dai venti ai trent’anni. La ricerca ha sottolineato un netta differenza di comportamento tra uomini e donne, attribuire ad una diversa concezione di sé e al conseguente atteggiamento verso il pubblico mediatico.

La parte femminile, rispetto a quella maschile, tiene più alla cura della propria persona (anche se il fenomeno sta cambiando, interessando anche quella maschile), le donne restano ancora le più interessate ad un atteggiamento di cura di sé, della propria persona e di conseguenza desiderano l’approvazione del pubblico social.

L’autore dello studio in questione, Michael A. Stefanone, afferma che i risultati della ricerca “suggeriscono persistenti differenze nel comportamento di uomini e donne che derivano da un focus culturale sull’immagine femminile e l’aspetto”.

A quanto pare è proprio così: uomini e donne possiedono e mettono in atto comportamenti diversi quando si parla di social media. E in questo contesto gioca moltissimo se l’autostima si basa sui “like” di approvazione, oppure se la persona è già profondamente appagata nel privato e non ha bisogno di consensi digitali.

donne imprenditrici imprenditoria femminile idee

Leggi anche: Maverick social network: arriva l’app per giovani donne

L’emotività condivisa

Le donne sono tremendamente emotive: esternano sensazioni, emozioni e stati d’animo in maniera molto più esplicita di quanto non facciano gli uomini. Per questo i social sono presto diventati il “caro diario” in versione pubblica, dove esternare il primo pensiero della mattina, come ci si sente in una determinata situazione, coda fare in vacanza, cosa indossare, cosa è stato regalato dal marito, le coccole da dedicare all’amico a quattro zampe.

Tutto ma proprio tutto viene così postato e condiviso, inoltre tutto viene osservato e visionato, basta pensare al numero crescente di blogger, influncer, alla produzione di tutorial e della pratica sempre più diffusa di recensioni online (le cosiddette unboxing).

Se il fenomeno cambierà, staremo a guardare: nel frattempo dobbiamo considerare che il pubblico social è donna.

Leggi anche: Imprenditoria femminile 2018, cresce il numero di aziende guidate da donne