spazio-satelliti-

Tecnologia: la Casa Bianca crea un vigile urbano per lo spazio

Non lamentiamoci più del traffico delle nostre città. Lassù, al di sopra dell’atmosfera terrestre, le cose sembrano andare ancora peggio. Lo spazio può essere vasto, ma sta diventando piuttosto affollato lassù. La necessità di gestire la crescente congestione nell’orbita terrestre è stata discussa per anni. Ora ci sono circa 1.500 satelliti in orbita attorno alla Terra e molti detriti – circa 20.000 pezzi di spazzatura spaziale più grandi di 10 centimetri e centinaia di migliaia di pezzi più piccoli.

E andando avanti questo aumenterà sempre più. Aziende come OneWeb, SpaceX e Boeing hanno in programma di mettere in orbita migliaia di costellazioni di piccoli satelliti per trasmettere Internet in aree remote e fornire servizi di comunicazione e osservazione della Terra. Tuttavia gli Stati Uniti sono sempre più preoccupati della prospettiva di ulteriori collisioni nello spazio che potrebbero rendere ancora più difficile la navigazione. Con satelliti e detriti in orbita a migliaia di miglia all’ora, anche qualcosa delle dimensioni di una nocciolina può diventare un temibile proiettile, capace di causare molti danni.

spazio-satelliti-Leggi anche: Internet satellitare: nuovi satelliti per portare Internet ovunque

Un agente del traffico spaziale

Così il Pentagono mette in guardia gli operatori satellitari e i governi stranieri in caso di collisione. Ma non ha l’autorità di ordinare agli operatori di spostare i loro satelliti per evitare un incidente. Una nuova politica di gestione del traffico spaziale annunciata dal Vicepresidente Mike Pence riferisce che il governo federale inizierà a svolgere il ruolo di agente del traffico spaziale, dando la responsabilità al Dipartimento del commercio, mentre cerca di promuovere la crescita dell’industria spaziale commerciale. Benché rari, gli oggetti spaziali si sono già scontrati, la più famosa nel 2009, tra un satellite americano e una nave spaziale russa inattiva si sono frantumati l’uno nell’altro creando migliaia di detriti.

Leggi anche: Stazione spaziale cinese: Tiangong-1 cadrà sulla terra

Pence ha detto che la bozza di politica, sviluppata dal Consiglio Nazionale dello Spazio, intende affrontare il crescente numero di satelliti e detriti spaziali, e l’onere maggiore posto al Dipartimento della Difesa di fornire avvertimenti a operatori satellitari di potenziali collisioni. “Il presidente Trump sa che un ambiente spaziale stabile e ordinato è fondamentale per la forza della nostra economia e la resilienza dei nostri sistemi di sicurezza nazionali”, ha detto Pence. “Ed è per questo che il Consiglio nazionale dello spazio ha sviluppato la prima politica globale di gestione del traffico spaziale, che presto manderemo alla scrivania del presidente per la sua approvazione”.

La politica sosterrà anche i partenariati tra il governo e le organizzazioni private per condividere i dati sulla consapevolezza della situazione spaziale, le linee guida tecniche e gli standard di sicurezza. “Ciò contribuirà a ridurre al minimo i detriti ed evitare collisioni tra satellite durante il lancio e in orbita”, ha affermato. Queste raccomandazioni ha detto Pence, saranno firmate dal Presidente Trump in una politica vincolante “nel prossimo futuro”. Inoltre le raccomandazioni includono anche il rilascio semplificato delle licenze di lancio, il coordinamento dello spettro e una revisione della politica di controllo delle esportazioni.

Leggi anche: Turismo spaziale: Virgin Galactic e il viaggio nello spazio

CONDIVIDI
Valentina Samà
Progettare, creare e stupire è la sua passione. Dopo il diploma di Grafico Pubblicitario e varie esperienze in Digital Marketing and Social Media Marketing, diventa content editor in Business.it. Ama l'arte e il disegno e scrivere sarà la sua nuova sfida.