Lifestyle

Tesla Model 3, arriva Siri come dispositivo integrato

Il mondo Tesla è accattivante e presenta innovazioni sempre più futuristiche. L’ultimo modello, la fiammante Tesla Model 3 ha una novità in arrivo: ottiene l’integrazione di Apple Siri. Già le altre versioni Model S e Model X possedevano questo collegamento. Adesso è arrivato il turno della Model 3.

La Model 3 possiede un’autonomia di 354 km e 499 km tra versione base e in autonomia estesa. É in grado di raggiungere circa 96,6 km/h in 5,6 secondi. Ha trazione posteriore e comprende due enormi bagagliai, uno posteriore e uno inferiore, con una capacità di 425 litri.

Leggi anche: Tesla news 2018: il business di Elon Musk continua
tesla-grecia-business

Apple Siri e Model 3

La nuova funzionalità di collegamento con Apple Siri all’interno dell’abitacolo viene fornita per gentile concessione di un aggiornamento dell’app Tesla iOS, consentendo a tutto il pubblico dei possessori di Model 3 di utilizzare al meglio Siri e interfacciarsi, scoprendo se ad esempio la propria auto è rimasta chiusa, bloccata, non si sa più dove si trova. Inoltre si potrà addirittura far suonare il clacson oppure accendere le luci fuori e dentro l’abitacolo.

Una curiosità interessante sulla questione?

Eccola: Tesla Model 3 e l’Apple Siri applicato ad essa risponde alla chiamata “MyCar” (ovviamente nella versione inglese) piuttosto che a “My Tesla” o a “MyModel 3”. Per questa opzione potrebbero sorgere dei problemi se ad esempio il proprietario possiede più macchine o altri dispositivi ad esso collegati.

Leggi anche: Tesla: stazioni di ricarica gratuite ai parcheggi dell’ufficio

Come funzionerà Siri

Ovviamente i comandi vocali funzionano con “Ehi Siri”, il telefono deve essere necessariamente sbloccato per funzionare, in più, essendo ancora una tecnologia nuova, non è ancora performante al 100%.

Cosa possono fare in questo momento i proprietari di una Tesla Model 3 oltre a sfoggiarla? Con Apple Siri si non può ancora azionare il bagagliaio, modificare la temperatura interna del veicolo o attivare la modalità Valet, ma indubbio che queste funzioni verrano prima o poi attivate. 

Ricordiamo che Tesla Model 3 è un’automobile a propulsione elettrica, ultima versione dopo le elettriche predecessori Model S e Model X, e viene appunto proposta al pubblico a tre volumi.

É stata presentata per la prima volta ufficialmente ad Hawthorne nel 2016 lo stesso dallo stesso fondatore e produttore Elon Musk e prodotta nel 2017 con prezzo di circa 35mila dollari. Alla presentazione ufficiale era stata definita come auto elettrica per il pubblico di massa, poichè meno costosa (si fa per dire) e più concorrenziale delle altre sorelle di categoria.

Il merito del suo successo va attribuito non solo alla tecnologia applicata e ai progressi che catapultano Tesla nel mondo del futuro, ma soprattutto all’enorme aspettativa che Musk sa ogni volta generare nei confronti del pubblico e alla capacità di creare un evento in merito all’uscita di ogni auto elettrica della sua casa automobilistica. 

Leggi anche: Auto elettrica: Porsche Mission E non avrà i limiti di prestazione di Tesla